Ballottaggio, Azione Parma: “Non voteremo Vignali”

Carbognani
Lombatti
Massimo Pinardi di Azione Parma

Al ballottaggio di domenica 26 giugno tra i candidati Michele Guerra e Pietro Vignali il Partito di Azione Parma lascerà liberi gli elettori di scegliere.

La posizione del partito locale sul candidato Vignali tuttavia rimane la stessa già dichiarata nei giorni scorsi dal segretario Carlo Calenda: Azione non voterà per Vignali perchè ha già dimostrato di non avere le competenze necessarie per guidare la città di Parma. Massimo Pinardi, segretario provinciale, rimarca che Parma non può correre il rischio di ritornare a pratiche di governo che hanno già fallito e aggiunge che il recente sostegno di Fratelli d’Italia, colloca chiaramente la coalizione di Vignali nel campo del conservatorismo più estremo ben delineato da Giorgia Meloni nel comizio tenuto in Andalusia alla manifestazione di Vox, partito della estrema destra spagnola.

Per Azione Parma gli elettori sceglieranno liberamente di proiettare Parma nel futuro. Noi di Azione, con senso di responsabilità, siamo al servizio della città e ci adopereremo affinchè in consiglio comunale, vengano affrontati i delicati temi che abbiamo portato all’attenzione degli elettori in questa campagna elettorale: mobilità sostenibile, infrastrutture, sicurezza, cultura e non da ultimo il riordino della macchina comunale.

Azione Parma