Benessere animale: le nostre proposte

steam1121

29/04/2012
h.11.00

Questa mattina nella sede del comitato elettorale di via Mentana, si è svolto un incontro con esponenti del mondo animalista e ambientalista della città per confrontarsi su alcuni punti del programma del candidato sindaco Elvio Ubaldi in materia di benessere animale. All’incontro, oltre a Ubaldi, hanno partecipato i candidati consiglieri di Civiltà Parmigiana Paolo Somacher, Luciana Pini, Dino Pennacchietti e Svetlana Erokhina.
I candidati hanno sottolineato che gli animali da compagnia svolgono un ruolo fondamentale dal punto di vista sociale, terapeutico, educativo per contrastare la solitudine in particolare delle persone anziane, nella crescita affettiva dei bambini, nella cura di alcune malattie psichiche e nell’affrontare i problemi di disabilità.
“Occuparsi – hanno spiegato – anche oggi e nonostante i problemi più evidenti che la crisi ci pone, di benessere animale, significa guardare in modo attento e completo anche al benessere generale delle persone”.
Nel corso dell’incontro è stato sottolineato il ruolo fondamentale del volontariato che non deve essere semplice manovalanza, ma deve essere protagonista attraverso la creazione di una Consulta per il benessere animale.
Questi i punti di programma presentati nel corso dell’incontro:
– Favorire le adozioni dalle strutture comunali garantendo cure, assistenza veterinaria e alimenti a carico dell’Amministrazione Comunale per tutte quelle persone indigenti che decideranno di adottare un animale. In questi momenti difficili, soprattutto per tante persone anziane, è impossibile pensare di mantenere un animale presso di loro e spesso sono persone costrette a vivere in solitudine e senza affetti. In questo modo potremmo fare felici delle persone e insieme garantire un risparmio al Comune perché ospitare animali in strutture pubbliche comporta, oltre alle spese veterinarie e per gli alimenti, anche ingenti spese gestionali;
– Sviluppare progetti di pet therapy rivolti a bambini, anziani, adulti con difficoltà fisiche, psichiche e comportamentali;
– Attivare convenzioni con negozi specializzati per la creazione di “scaffali anticrisi” con la proposta di cibi e accessori necessari per il mantenimento di animali a prezzi speciali;
– Individuare aree verdi da adibire a percorsi vita che potranno frequentare le persone con animali, ogni area sarà tutelata da gruppi di Volontari;
– Avviare progetti con tutte le scuole del territorio per sensibilizzare gli studenti sul fenomeno dell’abbandono, invitare le scolaresche a visite guidate presso il Polo Integrato degli Animali e portare anche in classe i cani in lezioni specifiche da programmare con gli insegnanti;
– In accordo con il sistema scolastico, proporre crediti formativi per chi deciderà di prestare servizio di Volontariato presso le strutture di accoglienza che ricoverano animali abbandonati;
– Promuovere stages formativi per gli studenti della facoltà di veterinaria per imparare ad operare sul campo;
– Al fine di attuare una seria lotta al randagismo, dotare gli agenti della Polizia Municipale di lettore di microchip, si provvederà alla sterilizzazione di tutti gli animali che verranno dati in adozione;
– Per mantenere la città e le aree verdi pulite, posizionare contenitori con sacchetti per la rimozione delle deiezioni e la raccolta delle stessi e insieme monitorare e migliorare le aree verdi attrezzate per cani realizzandone anche nel centro storico;
– Garantire il rispetto dei regolamenti per la sicurezza dei cittadini, come l’uso di museruole quando necessario e guinzagli, per mettere fine alle aggressioni causate dall’inosservanza delle norme;
– Promuovere manifestazioni ed eventi per portare anche aiuti economici necessari per aiutare quanti si occupano di curare le colonie feline sparse nella città (sono circa 400) e gli animali abbandonati in genere.
– Emettere un’ ordinanza per impedire che sul territorio comunale vengano fatti spettacoli con animali in cattività, soprattutto i circhi, dove gli animali sono usati solo per scopi spettacolari senza tenere in nessun conto il loro benessere.
Temi contenuti anche nella lettera con cui Elvio Ubaldi ha risposto alle sollecitazioni di un folto gruppo di Signore amanti degli animali e attive nel mondo del Volontariato e che riassume le nostre posizioni in termini di benessere animale. Dallo scambio epistolare è nato l’incontro di oggi.

Gli ambientalisti di Civiltà Parmigiana

___

Iscriviti alla
newsletter
di ParmaDaily!