Bilancio Regione, M5S vota no: “Grazie all’asse Pd-Lega un passo indietro sull’ambiente”

“L’ambiente è il grande assente nell’ultima manovra di bilancio della Regione. Il PD, con il pieno sostegno delle forze di centrodestra, è riuscito addirittura nell’impresa di peggiorare la situazione esistente come dimostra il caso della proroga ai vecchi piani urbanistici che permetterà di spandere altro cemento. Ecco perché il nostro voto non poteva che essere fortemente contrario”. È quanto spiega Silvia Piccinini, capogruppo regionale del MoVimento 5 Stelle, riguardo all’approvazione del bilancio di assestamento votato questa sera dall’Assemblea Legislativa.

“La maggioranza ha rigettato tutte le nostre proposte che erano per la stragrande maggioranza indirizzate a dare un’impronta sostenibile alle varie misure proposte. Un no a priori che dimostra tutte le contraddizioni della giunta Bonaccini che per mesi ha parlato di svolta green senza mai però presentare una sola proposta che vada in quella direzione – aggiunge Silvia Piccinini – Si è voluto dire ancora una volta di sì alla deleteria autostrada Cispadana, non c’è stata la volontà di indirizzare le risorse per le zone della nostra montagna privilegiando i progetti di sostenibilità ambientale ed energetica così come avevamo richiesto noi, non c’è stata nessuna apertura sui bonus per l’acquisto di auto elettriche nonostante lo stesso presidente Bonaccini soltanto qualche mese fa in campagna elettorale promise di volerlo riproporre a breve. Più che una svolta green, questo assestamento di bilancio rappresenta una ‘svolta grey’, ovvero un notevole passo indietro rispetto ai temi ambientali e rappresenta l’ennesima promessa mancata da questa Giunta dopo le elezioni” conclude Silvia Piccinini.