Blocco del traffico mercoledì 4 gennaio

confartigianatomaggio
Contabile_giugno24

31/12/2011
h.12.30

Nella giornata di mercoledì 4 gennaio 2012 sarà istituito il blocco totale del traffico, dalle 08.30 alle 18.30, all’interno dell’area delimitata dalle seguenti strade e piazze, che manterranno la transitabilità:
-­ Viale Bottego;
-­ Via Garibaldi (Barriera Garibaldi);
-­ Viale Mentana;
-­ Piazzale Vittorio Emanuele II;
-­ Viale San Michele;
-­ Piazza Risorgimento;
-­ Stradone Martiri della Libertà;
-­ Viale Berenini;
-­ Ponte Italia;
-­ Piazzale Marsala;
-­ Viale Caprera;
-­ Piazzale Barbieri;
-­ Viale Vittoria;
-­ Piazzale Santa Croce;
-­ Via Kennedy ;
-­ Viale Pasini;
-­ Viale Piacenza;
-­ Ponte Delle Nazioni.
Sarà consentito di usufruire dei parcheggi Toschi e Goito, percorrendo rispettivamente Via IV Novembre, Viale Toschi e Viale Berenini, Via Camillo Rondani e Borgo Salnitrara. Sono esclusi dalle limitazioni della circolazione i seguenti veicoli:
– autoveicoli alimentati a benzina o ad accensione spontanea (diesel) omologati euro 5 ed euro 4;
– ciclomotori e motoveicoli euro 2 ed euro 3;
– autoveicoli ad alimentazione elettrica o ibrida;
– autoveicoli ad alimentazione a gas metano o GPL;
– veicoli diesel Euro 3 dotati di filtri antiparticolato al momento dell’immatricolazione del veicolo, dei quali risulti annotazione sulla carta di circolazione ovvero da apposita autocertificazione rilasciata dal concessionario che ha venduto il veicolo;
– veicoli diesel di tipo M2, M3, N1, N2 o N3 omologati Euro 3 ovvero che dalla carta di circolazione risultino dotati di sistema di riduzione della massa di particolato con marchio di omologazione e inquadrabili, ai fini dell’inquinamento da massa di particolato, quali Euro 3 o categoria superiore;
– veicoli diesel che dalla carta di circolazione risultino dotati di sistema di riduzione della massa di particolato con marchio di omologazione e inquadrabili ai fini dell’inquinamento da massa di particolato almeno Euro 4;
– auto condivisa (car sharing);
– mezzi di emergenza e di soccorso, compreso il soccorso stradale;
– mezzi per la sicurezza pubblica, della procura, veicoli adibiti a servizi di Stato, veicoli di istituti di Vigilanza;
– veicoli per trasporto persone immatricolate per trasporto pubblico (Taxi, le auto a noleggio con conducente con auto e/o autobus, autobus di linea, scuolabus, ecc…);
– veicoli delle testate radiotelevisive e degli organi di stampa;
– carri funebri, mezzi di appoggio e veicoli al seguito;
– veicoli di servizio di Enti Pubblici limitatamente ad interventi di emergenza;
– autoveicoli diretti agli alberghi della città;
– veicoli di paramedici ed assistenti domiciliari in servizio di assistenza domiciliare con attestazione rilasciata dalla struttura pubblica o privata di appartenenza, veicoli di medici/veterinari in visita domiciliare urgente muniti di contrassegno rilasciato dal rispettivo ordine, esclusivamente nel tragitto casa-ambulatorio-paziente;
– veicoli attrezzati per il pronto intervento di impianti pubblici e privati, a servizio delle imprese e della residenza;
– veicoli adibiti alla manutenzione di pozzi neri e condotti fognari limitatamente ad interventi di emergenza;
– adibiti al trasporto di farmaci e prodotti per uso medico (gas terapeutici ecc.);
– adibiti al trasporto di prodotti deperibili (pane, frutta, ortaggi, carni e pesci, fiori, animali vivi, latticini, sementi, latte, acqua, ecc.);
– veicoli che trasportano attrezzature e merci per il rifornimento di strutture pubbliche e di assistenza socio-sanitaria;
– veicoli di lavoratori in servizio presso aziende, o presso Enti Pubblici, o di lavoratori autonomi, in cui l’orario di servizio abbia inizio o fine in periodi non coperti dal trasporto pubblico, limitatamente ai percorsi casa-lavoro. La deroga riguarda, altresì, i lavoratori in pronta reperibilità o disponibilità per chiamate d’urgenza. I lavoratori interessati dovranno essere muniti di certificazione rilasciata dal datore di lavoro o di tessera di riconoscimento dell’attività svolta, attestante la tipologia e/o la articolazione della turnazione o della pronta reperibilità. Qualora si tratti di lavoratori autonomi sarà sufficiente l’autocertificazione. Non sono valide certificazioni o autocertificazioni per percorsi casa-lavoro inferiori a due chilometri;
– mezzi ufficialmente adibiti al servizio di portatori di handicap e mezzi privati con a bordo portatori di handicap, in possesso di apposito contrassegno arancione;
– veicoli utilizzati per il trasporto di persone sottoposte a terapie indispensabili ed indifferibili per la cura di malattie gravi (o per visite o trattamenti sanitari programmati) in grado di esibire la relativa certificazione medica e attestato di prenotazione della prenotazione sanitaria.
Alla Polizia Municipale è consentito il rilascio di eventuali deroghe per casi di emergenza.
Al Servizio Mobilità e Ambiente è consentito il rilascio di eventuali deroghe per casi di comprovata necessità.
In caso d’inosservanza delle disposizioni del presente provvedimento è prevista la sanzione amministrativa, in misura ridotta, di € 155,00.

SanMartino
kaleidoscopio
Casa Bambini
lodi_maggio24