Bologna – Parma 4-1. Liverani: “La squadra ci ha messo il cuore e ha dato tutto. Serve pazienza”

foto: parmacalcio1913.com

Bologna-Parma 4-1

Marcatori: 15′ pt Soriano, 30′ pt Soriano, 11′ st Skov Olsen, 22′ st Hernani, 46′ st Palacio

BOLOGNA FC 1909: Skorupski, Hickey (35′ st Denswil), Skov Olsen (47′ st Orsolini), Tomiyasu, Poli (cap.) (19′ st Medel), Soriano, Danilo, Palacio (47′ st Santander), De Silvestri, Schouten, Barrow (35′ st Sansone).
A disposizione: Da Costa, Dominguez, Bani, Mbaye, Baldursson, Svanberg, Vignato.
Allenatore: Mihajlovic

PARMA CALCIO 1913: Sepe, Iacoponi, Karamoh (36′ st Adorante), Brugman (36′ st Grassi), Laurini, Dezi (13′ st Siligardi), B. Alves (cap.), Hernani Jr, Gervinho (24′ st Sprocati), Kucka (36′ st Dermaku), Darmian.
A disposizione: Colombi, Alastra, Pezzella, Balogh, Ricci, Simonetti, Kasa.
Allenatore: Liverani

Arbitro: Sig. Paolo Valeri (Roma 2). Assistenti: Sig. Alessio Tolfo (Pordenone) – Sig. Fabio Schirru (Nichelino). Quarto uomo: Sig. Luca Massimi (Termoli). V.A.R.: Sig. Fabrizio Pasqua (Tivoli). A.V.A.R.: Sig. Mauro Vivenzi (Brescia).

Angoli: 9-8 Ammoniti: Kucka (P), Laurini (P), Sansone (B). Espulsi: Iacoponi (P). Recupero: 1’pt, 4′ st.

___

Al termine di Bologna-Parma, ecco le parole di Mister Liverani:

“Questo momento è molto complicato, però credo che quando si lavora in grande difficoltà si trae anche da queste sconfitte qualcosa di positivo. La squadra oggi ci ha messo cuore, tutto quello che aveva. Ci sono difficoltà fisiche, qualche giocatore è un po’ acciaccato. Siamo in difficoltà, l’obiettivo è di arrivare alla salvezza a fine anno, la squadra oggi è un cantiere, ci spiace ma c’è bisogno di tempo”.

“Abbiamo fatto un piano fin dal primo giorno in cui sono arrivato, con un obiettivo. Il mercato è difficile, ma anche stasera sono stato tranquillizzato dalla proprietà e dal direttore sportivo che da qui a fine mercato avremo la rosa competitiva, sotto quel profilo non ho dubbi. Allo stesso tempo credo vada fatta una rosa completa per poter lavorare tutta la settimana in modo continuativo, questo è ciò che più mi auguro e credo che una volta arrivati a questo la squadra troverà la propria strada”.

“Sapevamo che le prime tre partite per noi sarebbero state difficili, perché incontriamo squadre che lavorano da più anni insieme, che hanno cambiato pochissimo, specialmente Napoli e Bologna, credo che quest’ultima sia la stessa tranne un giocatore dell’anno scorso e lavorano da due anni insieme. In questo periodo di Covid, se andiamo a vedere i risultati, le squadre che hanno cambiato tecnico e un po’ di giocatori sono quelle più in difficoltà perché il tempo è stato poco. Se pensiamo che in un periodo normale un ritiro pre-campionato è di sei settimane, quasi sette, noi abbiamo lavorato forse due: ci vuole un po’ di pazienza”.

“Dezi in quel ruolo? Eravamo contati, Grassi mi ha dato disponibilità ma era affaticato, Kucka era quasi impossibilitato, ha stretto i denti, ha fatto un’infiltrazione per esserci, poi abbiamo usato i giocatori che avevamo a disposizione. Abbiamo dovuto scegliere tra Dezi e Kucka e avevo più bisogno di un po’ più di forza in mezzo al campo e ho tenuto Kucka mezzala. Sono ragazzi straordinari, danno tutto anche nelle difficoltà, questo mi fa pensare positivo, è una squadra che non molla, li ringrazio. Il lavoro più grande deve essere il mio, da domani ci rimettiamo al lavoro, vorremmo i primi punti prima della sosta, sono convinto che questa squadra farà una partita molto importante contro il Verona”.