Boom delle domande di ammissione al Conservatorio di Parma

confartigianatomaggio
Contabile_giugno24

In aumento le domande di ammissione per accedere ai corsi del Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma: oltre novecento le richieste arrivate per iscriversi all’anno accademico 2024-25, contro le 729 dell’anno accademico 2023-24, e le 669 che erano arrivate per l’anno accademico 2022-23. Un aumento quindi del 23% circa nell’ultimo anno, che sale al 32% se si prendono a termine di paragone le domande arrivate due anni fa.

Da registrare anche, come sempre, l’altissima percentuale di richieste arrivate da paesi esteri: il 67% dei richiedenti, infatti, è di nazionalità straniera. Nel complesso, hanno fatto domanda di ammissione ragazzi provenienti da venticinque paesi di quattro continenti (Europa, Asia, America e Africa): oltre all’Italia, Albania, Argentina, Azerbaigian, Belgio, Brasile, Cile, Cina, Corea Del Sud, Francia, Georgia, Germania, Giappone, Grecia, Kazakistan, Libano, Moldavia, Portogallo, Romania, Russia, Spagna, Stati Uniti d’America, Svizzera, Togo, Ucraina.

Tra i corsi più richiesti Canto lirico (480 domande), Pianoforte (60 domande), Maestro Collaboratore (44 domande), Canto Pop/Rock (40 domande), Violino (30 domande).

 



 

Non tutti i richiedenti potranno accedere ai corsi del Conservatorio di Parma: per iscriversi è infatti necessario superare una selezione che stabilirà l’idoneità dei candidati. Gli esami di ammissione per i corsi di strumento, direzione d’orchestra e composizione si sono tenuti entro il 18 maggio 2024, mentre a settembre seguiranno gli esami di ammissione per i corsi di canto lirico e maestro collaboratore. I posti disponibili sono circa 350, di cui 50 per le classi di canto lirico.

Nel frattempo, l’attività concertistica del Conservatorio procede con numerosi appuntamenti: da ricordare quello realizzato in collaborazione con la Prefettura di Parma per la Festa della Repubblica che si terrà domenica 2 giugno alle 17.30 nell’Auditorium Paganini. L’Orchestra del Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma diretta dal M° Carla Delfrate interpreterà musiche di Beethoven, Puccini, Giordano e Mascagni. Solista la giovane pianista Sara Nicosia. L’ingresso è libero e gratuito. Nel mese di giugno seguiranno poi quattro appuntamenti per la Festa Europea della Musica 2024, nell’ambito del cartellone coordinato dal Comune di Parma – Casa della Musica (il programma dettagliato verrà presentato in conferenza stampa martedì 4 giugno presso il Municipio di Parma).

Casa Bambini
lodi_maggio24
SanMartino
kaleidoscopio