Campari (Lega): “Il Ponte Nord restituito alla città, fiero di aver contribuito”

steamdic2020
Senatore Maurizio Campari (Lega)

“La restituzione del Ponte Nord alla città è il coronamento di un lavoro lungo e difficile. Quando ho iniziato a lavorare al progetto, oltre due anni fa, sembrava un traguardo lontanissimo: la situazione si trascinava dal 2012 e nessuno credeva si potesse sbloccare. Sono felice che tutto proceda secondo programma e ringrazio in primo luogo il segretario generale dell’Autorità Meuccio Berselli, che ha da subito creduto a questa idea che tutti ritenevano irrealizzabile, e tutti gli attori che dalla primavera 2019, quando è stato approvato il mio emendamento, hanno collaborato al risultato, tra cui l’allora sottosegretario Vania Gava e il vice ministro Massimo Garavaglia oltre al Comune di Parma nella persona dell’assessore Alinovi. Sono contento che soggetti diversi si siano seduti allo stesso tavolo per risolvere il problema: dovrebbe essere sempre così. Il Ponte Nord per anni è stato una ferita aperta per Parma: una struttura di grande impatto visivo, rimasta sempre chiusa con il rischio di finire nell’incuria e nel degrado. Restituire alla città un’opera costata tanti soldi pubblici è anche una questione di rispetto per i cittadini. Sono fiero di aver fatto la mia parte”.

Così Maurizio Campari, senatore parmigiano della Lega autore dell’emendamento al Decreto Sblocca Cantieri della primavera 2019 quando il Carroccio era al Governo, che ha sbloccato uno stallo che si trascinava dal 2012.

lodi_12dic