Cavandoli (Lega): “La transizione ecologica è un obiettivo prioritario”

Lombatti

La tutela dell’Ambiente è una priorità non più in discussione. Il nuovo governo avrà la responsabilità di mettere in campo una politica ambientale capace di raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione, sostenibilità, riduzione delle emissioni e dei consumi, insieme allo sviluppo sociale, economico e infrastrutturale dei territori e delle comunità in difficoltà a causa della crisi economica ed energetica. Per questo l’Italia deve investire nelle energie rinnovabili, nelle comunità energetiche, nel trasporto pubblico e nelle infrastrutture necessarie per alleggerire territori ingolfati dal traffico, negli invasi per garantire acqua all’agricoltura e produzione di energia elettrica, nell’alta velocità ferroviaria.

Parallelamente ad un impulso allo sviluppo delle energie rinnovabili, soprattutto quelle programmabili, è necessario prevedere una strategia nazionale per lo sviluppo dell’idrogeno per renderlo competitivo riducendone i costi di produzione e creando un mercato per il suo utilizzo.

E’ anche necessario supportare i processi di decarbonizzazione dell’industria attraverso il sostegno pubblico alle riconversioni industriali con opere di ripristino ambientale, sostituendo le fonti fossili con energie rinnovabili.

Così Laura Cavandoli, deputata parmigiana della Lega, candidata alla Camera dei Deputati nel Collegio Uninominale di Parma.