Cavandoli (Lega) sollecita il comune per la messa in sicurezza dell’area del chiosco di Parco Ferrari

Lombatti

“Verde pubblico trascurato e anche furti nella notte: come dare torto ai gestori del chiosco del Parco Ferrari quando dicono di sentirsi abbandonati dal Comune? La manutenzione di tutta l’area circostante la struttura spetta all’Amministrazione, ma è trascurata ed abbandonata a se stessa” afferma Laura Cavandoli deputata e consigliere comunale parmigiana della Lega.

“Un anno fa rispondendo ad una interrogazione della Lega, il Comune si era impegnato a posizionare a sue spese panche e tavoli in legno che potessero essere utilizzate da tutti i frequentatori del parco. Nulla è ancora stato fatto. Anche la siepe di confine tra l’area del chiosco e la pista ciclabile che si attraversa per accedere all’area non è stata potata e impedisce la visibilità determinando una situazione pericolosa. Mancano inoltre i bagni pubblici chiusi da prima del lockdown.”

“Insieme ai consiglieri del gruppo Lega Salvini Parma ho presentato un’interrogazione per chiedere alla Giunta di attivarsi per mantenere quanto promesso e adempiere agli obblighi imposti dalla convenzione stipulata con i gestori che, ricordiamolo, pagano un canone per l’occupazione del suolo pubblico”

“La situazione di crisi economica tratterrà in città molti parmigiani che hanno il diritto di godersi i parchi cittadini. Il Comune dovrebbe metterli in sicurezza e nelle migliori condizione di pulizia per assicurarne la fruibilità”, conclude Laura Cavandoli.