Cavandoli: “Più cultura in prima serata in Rai e spazio anche a Parma”. Approvata risoluzione Lega in Vigilanza

proges_4_21
Laura Cavandoli

“La Rai deve potenziare l’offerta culturale in prima serata con programmi di qualità, spettacoli dal vivo, ma anche raccontando mestieri e professioni del sistema culturale italiano che nel 2018 ha rappresentato, al netto dell’indotto, oltre il 6% del Pil e che oggi è in grande sofferenza. Sono alcune delle richieste contenute nella Risoluzione presentata dalla Lega in Vigilanza Rai e approvata ieri sera all’unanimità, dopo la mia integrazione che prevede spazi dedicati agli eventi delle città – come Parma – insignite del titolo di ‘Capitale Italiana della Cultura’.

Dopo mesi di cinema, teatri, centri culturali chiusi al pubblico, il nostro Paese deve tornare a vivere e respirare Cultura: il palinsesto estivo può essere l’occasione giusta per iniziare un percorso per innalzare la qualità della tv per cui gli italiani pagano il canone. Chiediamo alla Rai di raccontare i luoghi della nostra cultura, ma anche le storie di tanti giovani che si sono affermati nella musica, nel teatro, nel cinema, nell’arte, che possono diventare stimolo ed esempio per molti altri”.

Così Laura Cavandoli, deputata parmigiana della Lega firmataria della Risoluzione con i colleghi del Carroccio in Commissione Vigilanza Rai.