Chiuso per maxi-assembramento un locale e un arresto per spaccio

Nella settimana che volge al termine la Squadra Volante della Questura di Parma ha visto impegnati sul proprio territorio undici equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine di Reggio Emilia e quattro unità della locale Polizia Municipale, coordinati in tre diverse giornate da sottufficiali della Polizia di Stato.

Le attività poste in essere, coadiuvate da ulteriore personale in forza alla Questura, hanno avuto la finalità di contrastare forme di assembramento presso attività ed esercizi commerciali interessati dalla c.d. “movida” nonché presso aree verdi e parchi pubblici e di inibire attività di spaccio nelle zone maggiormente interessate dal detto fenomeno.

Nel corso dei servizi sono state identificate 154 persone, di cui 50 risultate avere precedenti penali e pregiudizi di polizia, nonché sottoposte a controllo 41 autoveicoli ed elevate due contestazioni per violazioni della normativa in materia di circolazione stradale.

Attività di controllo che non si è limitata all’identificazione di persone fisiche ma che ha visto interessate anche le attività di somministrazione di cibi e bevande insistenti in questo centro cittadino.

Le zone di particolare interesse, riferibili a Parma Oltretorrente, quartiere San Leonardo e via Emilio Lepido, individuate sulla base delle segnalazioni giunte dagli avveduti cittadini e dai riscontri investigativi degli Uffici addetti, hanno visto uno scambio di controlli interforze finalizzati tanto all’attività investigativa di prevenzione tanto a quella di repressione ai fenomeni criminali.

In particolare, nove sono gli esercizi commerciali che, con l’ausilio della locale Polizia Municipale, venivano sottoposti a controllo al fine di verificare il rispetto della vigente normativa in materia di distanziamento sociale e divieto di assembramenti.

Verifiche che hanno determinato la chiusura di un locale, sito in via Emilio Lepido, in ragione dell’assembramento accertato e documentato, veniva disposta la chiusura per giorni 5 in quanto venivano riscontrate anomalie in termini di rispetto della normativa emergenziale attualmente in vigore.
Controlli che si aggiungono all’attività di repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti posta in essere dal personale antidroga della Squadra Mobile nei giorni precedenti, attività che determinava l’arresto di OTOIDEH Sylvester per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e che correda l’arresto per tentata rapina impropria posto in essere dagli Operatori della Squadra Volante.

Si chiude una settimana impegnativa, che grazie al coordinamento messo in campo, unitamente all’attenta attività di analisi dei fenomeni criminali, ha dato ottimi risultati.

Il portavoce del Questore
Questura di Parma

top50_dic2018