Controlli alla Fiera del Fungo di Borgotaro: una patente ritirata e altre violazioni del codice della strada

confartigianatomaggio
Contabile_giugno24

I Carabinieri della Compagnia di Borgo Val di Taro hanno incrementato il controllo del territorio durante l’ultimo fine settimana in concomitanza della Fiera Nazionale del Fungo I.G.P. di Borgotaro, che ha visto la presenza di migliaia di persone nel centro storico valtarese.

I servizi che hanno visto l’impiego di 38 militari e 16 veicoli militari avevano la finalità presidiare il centro abitato e le frazioni per evitare eventuali reati contro il patrimonio e furti in abitazione.

Non sono mancati i controlli dei Reparti Speciali dell’Arma a tutela dei consumatori e dei lavoratori con i Carabinieri del Nucleo Antisofisticazione e Sanità, del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro (N.I.L.) e del Reparto Carabinieri Tutela Agroalimentare (R.T.A) di Parma. Sono state accertate solo piccole carenze igienico sanitarie in un esercizio commerciale, mentre non sono state riscontrate violazioni alle norme giuslavoristiche né a quelle legate alla tracciabilità delle materie prime, soprattutto dei funghi I.G.P. di Borgotaro, accertando in tutti i casi la regolarità del tracciamento e dunque l’assenza di frodi alimentari.

 

† Terra Santa 3 – L’esperienza intensissima della trasfigurazione sul monte Tabor, nonostante Lavagetto (di Andrea Marsiletti)

 

Sono state inoltre presidiate le principali arterie e vie di comunicazione per garantire la sicurezza negli spostamenti alle migliaia di persone che hanno deciso di visitare la manifestazione.

I controlli su strada, con l’identificazione di 253 persone e centinaia di veicoli, hanno permesso, tra l’altro, di:

  • deferire in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Parma, perché ritenuto responsabile di guida in stato di ebbrezza alcolica, un 49enne reggiano, con conseguente ritiro della patente di guida e fermo amministrativo del veicolo;
  • segnalare un soggetto perché deteneva uno spinello di marijuana per consumo personale;
  • contestare violazioni al codice della strada.

A corollario dell’impegno messo in campo i Carabinieri sono stati calorosamente ringraziati da una turista alla quale è stato restituito il portafoglio, contenente documenti, carte di pagamento e denaro contante, rinvenuto dai militari.

Comando Provinciale Carabinieri di Parma

 

 

 

Casa Bambini
SanMartino
kaleidoscopio
lodi_maggio24