Coronavirus, Fdi chiede chiarezza in Regione sui servizi per i bambini fino ai 6 anni

I consiglieri Michele Barcaiuolo, Giancarlo Tagliaferri e Marco Lisei vogliono sapere come verranno gestiti spazi e servizi per i più piccoli

Il consigliere Michele Barcaiuolo

La Regione faccia chiarezza sulla gestione dei servizi educativi per i bambini fino a 6 anni. A chiederlo, in un’interrogazione, sono i consiglieri di Fdi Michele Barcaiuolo (primo firmatario), Giancarlo Tagliaferri e Marco Lisei.

“La gestione degli spazi post Covid-19 impone pesanti limitazioni nei servizi per l’infanzia: la capienza sarà ridimensionata e per conoscere quanti posti risulteranno ancora disponibili, nel caso in cui qualche famiglia rinunci, bisognerà aspettare almeno ancora un mese. Il 17 luglio, nel corso di un incontro sulla ripartenza in presenza del sistema 0-6 anni, la vice ministra all’Istruzione ha annunciato una bozza di documento, ma – scrivono gli esponenti di Fdi – ad oggi non è stato pubblicato alcun documento ufficiale circa le linee guida da seguire per la riapertura dei servizi educativi 0-6 anni. La Regione Emilia-Romagna ha deliberato di fissare l’inizio delle lezioni nelle classi del primo ciclo di istruzione e nelle classi del secondo ciclo del sistema educativo di istruzione e formazione dell’Anno Scolastico 2020/2021 il giorno lunedì 14 settembre 2020”.

Da qui l’atto ispettivo per sapere “se la Regione abbia stilato un protocollo per la riapertura dei servizi educativi 0-6 anni, se siano emerse delle linee guida regionali nel confronto con le realtà locali al fine di garantire la fruibilità dei servizi educativi a tutti i richiedenti e se saranno garantiti i servizi educativi in presenza per ogni fascia d’età o se si dovrà ricorrere alla cosiddetta didattica mista”.

top50_dic2018