Coronavirus: musei, bar, ristoranti e pub possono ripartire, a condizione che le persone rispettino la distanza di 1 m tra loro

comunali2022
Lombatti

Ferma restando la sospensione per un’altra settimana di nidi, scuole e università, il decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha emanato oggi specifiche importanti riguardo le attività che si possono fare e quelle che non si possono fare a causa del rischio di diffusione del coronavirus (leggi):

  • possono aprire al pubblico i musei e gli altri istituti e luoghi della cultura a condizione che i visitatori possano rispettare la distanza tra loro di almeno un metro;
  • è possibile lo svolgimento delle attività di ristorazione, bar e pub a condizione che il servizio sia espletato per i soli posti a sedere e sia rispetta la distanza tra loro di almeno un metro;
  • i mercati ordinari sono aperti come tutte le ordinarie attività economiche;
  • palestre, centri sportivi, piscine, fitness, benessere sono aperti per l’attività ordinaria;
  • I luoghi di culto sono aperti evitando assembramenti di persone, garantendo ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro.

Cinema, teatri, discoteche rimangono chiusi.

PrD

valparmahospital