Denunce per truffa e furto a Berceto e Collecchio. Ritiro di una patente a Fornovo

Nella giornata di ieri i Carabinieri del Comando Provinciale di Parma hanno effettuato diversi controlli per prevenire e reprimere reati predatori e verificare la corretta applicazione delle norme che regolano la circolazione stradale.

A Borgo Taro i Carabinieri della Stazione, al termine dell’attività d’indagine svolta a seguito di denuncia sporta da un 52enne residente a Berceto, hanno denunciato, per truffa, un coetaneo residente in Sardegna.  Lo stesso con artifizi e raggiri ha indotto il malcapitato a pagare la somma di 1500 euro per l’acquisto di un tavolo, mai consegnato. 

A Collecchio, i Carabinieri della Stazione, hanno scoperto e denunciato gli autori di due diversi furti commessi presso i supermercati del paese. Il primo è stato commesso da un 25enne sudamericano che dopo aver nascosto diverse bottiglie di vodka in una borsa tentava di uscire dal locale. I militari già allertati dalla vigilanza hanno sorpreso il giovane appena fuori e controllato hanno rinvenuto le bottiglie. L’altro furto è stato commesso dopo poco presso il supermercato “COOP” dove un 55enne di origine polacca ma residente in provincia, tentata di sottrarre alcune bottiglie di alcolici nascondendole all’interno di uno zaino. Anche lui è stato denunciato e la merce restituita.

A Fornovo Taro i carabinieri della Stazione hanno ritirato la patente ad un giovane che nel pomeriggio di ieri ha percorso ad altissima velocità la strada che conduce da Medesano a Fornovo Taro, eseguendo manovre e sorpassi azzardati anche in pieno centro abitato e vicino ad una scuola mettendo a rischio l’incolumità degli altri automobilisti e dei pedoni. Le manovre dello spericolato guidatore non sono però sfuggite ad un carabiniere, in quel momento libero dal servizio, che prontamente ha annotato il numero della targa dell’auto per poi segnalarla ai colleghi. I militari hanno immediatamente individuato e rintracciato il proprietario dell’autovettura che, convocato in caserma, venivano elevate le previste sanzioni del codice della strada e ritirata la patente di guida.

Comando Provinciale Carabinieri di Parma