Eurorubber Industries: rinnovato il contratto integrativo dopo una dura vertenza sindacale

È stato rinnovato il contratto integrativo aziendale in Eurorubber Industries Srl, azienda che produce, per il mercato italiano e estero, semilavorati in plastica per il comparto pneumatici, manufatti e articoli in gomma in genere.

L’intesa è arrivata dopo una dura vertenza condotta da Filctem Cgil e Femca Cisl territoriali durata un paio di mesi e dopo dieci giorni in cui i lavoratori in produzione dello stabilimento di Pontetaro hanno incrociato le braccia.

Uno sciopero che ha visto una o più fermate per ogni turno di lavoro, con una modalità che ha indotto l’azienda, dapprima refrattaria, a sedersi di nuovo al tavolo per concludere positivamente la trattativa.

La riconquista del contratto in realtà è partita tre anni fa, quando furono cancellati con un colpo di spugna trent’anni di contrattazione aziendale. La prima tornata contrattuale ha visto recuperare 14ma mensilità e migliore percentuale di maggiorazione del lavoro straordinario rispetto al ccml di settore.

Finito il periodo di crisi si è registrata un’inversione di tendenza nell’andamento dell’azienda e, dopo due anni di lavoro a dir poco intenso, i lavoratori ambivano ad una concreta redistribuzione delle risorse, richiesta in modo limpido nella piattaforma rivendicativa.
Durante i primi incontri, nei mesi di dicembre e gennaio scorsi, le risposte da parte dell’azienda sono state però contraddittorie, confuse, insufficienti. A quel punto i lavoratori hanno deciso di farsi sentire, vedere e rivendicare in modo compatto.

Il mese di febbraio si è diviso equamente tra lotta e contrattazione e il risultato è arrivato sotto forma di recupero del potere d’acquisto per i lavoratori: buono pasto da 7 euro, fondo di sostegno per asili nido e scuole materne, miglioramento dei parametri del premio per obiettivi, revisione delle indennità di posto. Un contratto degno delle più avanzate realtà del territorio, il giusto riconoscimento della fatica quotidiana e della dedizione di questi lavoratori.

“Un particolare ringraziamento – commentano Massimo Petrolini (Filctem Cgil) e Germano Giraud (Femca Cisl) – va alla rsu aziendale, che ha tenuto il punto anche nei passaggi più delicati della trattativa e agli splendidi operai dello stabilimento, che hanno fatto una scelta e l’hanno portata avanti con determinazione: o si vince tutti o non vince nessuno. Contrattazione, tutele e lotta sono le tre parole d’ordine che incarnano per noi l’essenza del fare sindacato, determinati a migliorare la vita di chi rappresentiamo”.

lombatti_mar24