Farà tappa anche a Salsomaggiore, passando per vari paesi del parmense, la II edizione dell’Autogiro d’Italia

L'arrivo a Salsomaggiore Terme, giovedì 17 settembre tra le 14.30 e le 17.30

Salsomaggiore aspetta l’arrivo della quarta tappa della 2° edizione dell’Autogiro d’Italia, la manifestazione di regolarità su strada riservata a moto e auto d’epoca.

La manifestazione partita domenica 13 settembre da Verona Villafranca, dopo le tappe di Treviso, Cortina d’Ampezzo (Belluno) e Trento, giungerà a Salsomaggiore Terme giovedì 17 settembre tra le 14.30 e le 17.30.

Diversi i comuni parmensi interessati dalla corsa: Colorno, Sissa Trecasali, Roccabianca, Polesine Zibello, Busseto e Salsomaggiore durante la quarta tappa; Bore, Bardi e Borgotaro il giorno successivo durante la quinta tappa.

Il mattino seguente, infatti, le 65 fra macchine e moto d’epoca ripartiranno alla volta di Montecatini Terme (Pistoia). La manifestazione si concluderà il 19 settembre ancora a Verona Villafranca al Castello Scaligero dove si svolgerà la cerimonia di premiazione.

Tante città, tutte suggestive e affascinanti, da scoprire a bordo di auto e moto che hanno fatto la storia dei motori italiani e internazionali. Storie di passione, talenti e capacità manuali nate in migliaia di officine, che Confartigianato vuole valorizzare con l’Autogiro e con tutte le altre iniziative legate ai motori messe in campo da Confartigianato.

L’obiettivo è di valorizzare il mondo della manutenzione e dell’autoriparazione artigiana. Un’infinità di apprendisti, artigiani e piccoli imprenditori che ogni giorno si prende cura dei nostri veicoli, siano questi auto e moto d’epoca, i mezzi che utilizziamo tutti i giorni o gli avveniristici bolidi della Formula 1 e della Formula E, che rappresentano il futuro del settore”.

Entra nel vivo, quindi, l’Autogiro d’Italia 2020 di Confartigianato, circa 1700 km alla scoperta di tanti paesaggi e comuni italiani, 6 tappe per 7 giorni di competizione tra capolavori senza tempo, che hanno fatto la storia dei motori e che continuano ad infiammare il cuore degli appassionati delle due e quattro ruote d’epoca.

L’Autogiro 2020 è parte integrante del progetto di Confartigianato sulla promozione dell’autoriparazione artigiana, insieme ai premi Confartigianato Motori di Formula 1 e Formula E.