Forza Italia Giovani Parma: “Tenere conto del voto del Paese”

steam1121

Il mandato esplorativo del Presidente Roberto Fico ha condotto all’apertura di un dialogo tra il Movimento 5 Stelle e il Partito Democratico.

L’avvio delle trattative non è stato accolto positivamente dalla coalizione di centro destra che ha sottolineato la mancanza di coerenza del leader grillino Di Maio, oltre che della mancanza di considerazione delle scelte di voto degli italiani.

Sulla vicenda nazionale è intervenuto anche il Coordinatore Provinciale di Forza Italia Giovani, Nicolas Brigati: “Un vero e proprio inciucio – ha affermato – che non tiene conto del voto degli italiani. La coalizione di centro destra è stata scelta dalla maggioranza degli italiani, mentre il Partito Democratico ha ottenuto meno del 20% dei voti. Non possiamo essere entusiasti della possibile formazione di un governo Pd-M5S che non rispetta le scelte del Paese e che è incoerente con quanto i due partiti hanno detto fin ora”.

Nei prossimi giorni la direzione del Partito Democratico valuterà la possibile alleanza con i grillini, mentre i penta stellati sonderanno la loro base online per capire se c’è unanimità sulla decisione. “Luigi Di Maio si proclamava come l’uomo del cambiamento, che si discostava dal PD e dalle scelte scellerate di questi ultimi anni di Governo: dove è la sua coerenza?”, continua Brigati. “Si parla – prosegue – di un accordo sui programmi, ma non esistono punti in comune. Il M5S proponeva l’abolizione della Legge Fornero e condannava il Jobs Act, ora ha cambiato idea?

Questo voler prendere la ‘sedia’ a tutti i costi mi auguro che faccia cambiare idea agli italiani e che, se si tornerà al voto anticipato, la scelta nei confronti della coalizione di centro destra sia decisiva”. Nel frattempo, questo weekend, il voto in Friuli Venezia Giulia sarà d’aiuto per comprendere l’andamento del Paese: “Il Molise ha confermato – conclude il Coordinatore Provinciale FI Giovani – che gli italiani si stanno dirigendo verso la coalizione Forza Italia-Lega-Fratelli d’Italia. Se sarà così anche in Friuli Venezia Giulia avremo la conferma della volontà di cambiamento del Paese. E un chiaro ‘No’ all’inciucio Pd-M5S”.