Freddi: “Una giornata per ricordare le vittime africane durante l’occupazione coloniale fascista”

proges_4_21

E’ stata depositata, presso la Presidenza del Consiglio comunale di Parma, la mozione in ricordo delle vittime africane durante l’occupazione coloniale italiana.

La mozione è stata scritta a sei mani e per questo ringrazio i colleghi e compagni del PD, Caterina Bonetti e Sandro Campanini, per i loro contributi nonché Enrico Ottolini, di Europa Verde, per gli ultimi consigli.

Una mozione in ricordo del massacro di Addis Abeba, avvenuto tra il 19 e il 21 febbraio 1937, dove migliaia di persone furono uccise dai fascisti, dall’esercito regolare e anche da lavoratori coloniali italiani, una vergogna storica italiana, il più ripugnante dei massacri in tempo coloniale italiano.

Vorremmo impegnare Sindaco e Giunta, a partire dal prossimo 19 febbraio 2022 a organizzare iniziative ufficiali sul territorio comunale a ricordo delle vittime africane durante l’occupazione coloniale italiana che, con tutta evidenza, sono ancora colpevolmente ignorate non solo da parte della cittadinanza, ma pure dai rappresentanti delle Istituzioni Repubblicane.

Chiediamo inoltre, di intitolare una Via della città alle Vittime Africane dell’occupazione Coloniale Italiana dove nel sottotitolo compaia la dicitura Vittime del colonialismo nazionalista, fascista e razzista.

Istituire un giorno in ricordo non solo del massacro di Addis Abeba ma di tutti i 500mila africani uccisi dalla presenza coloniale italiana in Libia, Etiopia e Somalia.

Un giorno di ricordo per non lavare la nostra coscienza dal violento e feroce colonialismo nazionalista, fascista e razzista.

MarcoMaria Freddi
Radicale, militante dell’Associazione Luca Coscioni e Eumans
Consigliere Comunale di Parma