Ballottaggio Salso: sarà ancora tempesta perfetta?

assaggiami
Lombatti

30/05/2013

Chi vince il ballottaggio delle comunali di Salsomaggiore tra Filippo Fritelli (Pd) e Matteo Orlandi (lista civica Cambiare Salsomaggiore)?
Provo a dare qualche numero.
Al primo turno di domenica e lunedì scorsi Fritelli ha ottenuto 2.930 voti, Orlandi 1.601. E’ vero che il ballottaggio è sempre una partita a sé, ma da qui si parte.
Nel precedente ballottaggio di Salso del 2011 andò a votare l’88% di quelli che si recarono alle urne al primo turno. Assumendo la stessa percentuale anche per il secondo turno che ci sarà tra due settimane, si può stimare che voteranno 8.160 persone. Quindi per vincere serviranno 4.081 voti.
Pertando, ipotizzando realisticamente che i voti dati al primo turno tanto a Fritelli quanto ad Orlandi saranno confermati nella scelta e nel numero, a Fritelli mancano 1.151 voti, ad Orlandi 2.480.
Considerando la diminuzione percentuale dei votanti omogenea su tutte le liste, questi saranno i voti a disposizione dei due candidati: 1.203 voti di centrodestra, 1.115 di Andrea Fellini, 877 voti del M5S, 243 voti di Zanardi e 177 voti della Russo.
Se Orlandi prendesse tutti i voti di Fellini (la cui lista nasce da una componente del centrosinistra e da una spaccatura del PD proprio in polemica con Fritelli) il gap tra Fritelli e Orlandi sarebbe già colmato e i rimanenti elettori a disposizione (di centrodestra e del M5S) è ragionevole che voteranno in prevalenza per la lista civica alternativa al PD e ai partiti e quindi per Orlandi che vincerebbe.
Se invece il richiamo della foresta (o un’intesa di    qualche tipo) inducesse gli ex elettori Pd che hanno votato Fellini a tornare a casa, per Orlandi non ci sarebbero più i numeri per la rimonta.
Orlandi ha già dichiarato che non farà alcun apparentamento al ballottagio; si giocherà tutte le carte sul “civismo fuori dai partiti” puntando sul voto di opinione e sul voto “contro”. Scomette di poter ripetere lo schema-Pizzarotti a Parma per il quale, come nella “Tempesta perfetta” del film di George Clooney, tutti gli altri andarono a votare per lui pur di non far vincere Bernazzoli. Ma tale modello funzionerà anche a Salso… con un candidato come Fritelli giovane, meno caratterizzato e sottotiro di Bernazzoli?
Se invece la partecipazione al ballottaggio dovesse risultare più bassa (intorno ai 7.000 voti) per Fritelli la vittoria sarebbe certa, se dovesse crescere rispetto al primo turno (caso rarissimo) compromessa.
La partita è aperta.

Andrea Marsiletti

comunali2022