Fuori Orario: cena-incontro con Nori e Ghirardini

Lombatti

Nei locali a Parma e Reggio Emilia
___
Fuori Orario
Taneto di Gattatico (Reggio Emilia)

___
19/05/2010

Mercoledì 19 maggio l’ultima cena-incontro stagionale al circolo Arci Fuori Orario di Taneto di Gattatico (Reggio Emilia) si svolge eccezionalmente in cortile: «Per i Morti di Reggio Emilia, noi la farem vendetta», questo il titolo, è una sorta di anteprima della celebrazione del cinquantenario dei tragici fatti del 7 luglio 1960, con ospiti della serata lo scrittore Paolo Nori e il clarinettista Mirco Ghirardini in una lettura musicata di «Noi la farem vendetta», libro di Nori edito da Feltrinelli.
Organizzata dalla Camera del Lavoro di Reggio Emilia, con la collaborazione di Arci Reggio, casa editrice Feltrinelli e Istituto Alcide Cervi, la cena inizia alle ore 20, seguita alle 21.30 dalla lettura musicata e alle 22.30 dal pubblico dibattito: menù a base di formaggi misti e miele, gramigna, salsiccia e funghi, panna cotta con salsa di fragole e… piatti appositi per i vegetariani. Ingresso con tessera Arci, a 12 euro per chi partecipa alla cena e gratuito per chi entra dopo cena dalle 21.30.
Sono dunque trascorsi quasi cinquant’anni dal 7 luglio 1960, quando, nel corso di una manifestazione sindacale contro il governo Tambroni in piazza della Libertà a Reggio, la polizia sparò sui dimostranti ferendo una trentina di persone e uccidendo cinque operai reggiani, tutti iscritti al Pci, alcuni ex partigiani. I loro cinque nomi, immortalati dalla celebre canzone di Fausto Amodei «Per i morti di Reggio Emilia», erano Lauro Farioli di 22 anni, Ovidio Franchi di 19 anni, Emilio Reverberi di 39 anni, Marino Serri di 41 anni e Afro Tondelli di 36 anni. Al Fuori Orario il letterato Paolo Nori e il musicista Mirco Ghirardini mantengono viva la memoria di quel giorno e di quei cinque morti attraverso il reading «Noi la farem vendetta».
Nori è nato a Parma nel 1963 e ha esordito nel 1999 col romanzo «Le cose non sono le cose». Ha pubblicato molti altri romanzi tra cui «Bassotuba non c’è», «Spinoza», «Grandi ustionati», «Gli Scarti», «I quattro cani di Pavlov», «Noi la farem vendetta», «Mi compro una Gilera» e «I Malcontenti», che ha presentato al Fuori Orario due mesi fa. Ha inoltre pubblicato due raccolte di interventi e letture pubbliche e tradotto antologie di autori russi quali Daniil Charms, Aleksandr Puškin, Nikolaj Gogol.
Mirco Ghirardini condivide con Nori il progetto «L’ultimissimo Pignagnoli ballabile al mondo», in qualità di direttore dell’orchestra a fiato L’Usignolo. Si è diplomato in clarinetto col massimo dei voti sotto la guida di Gaspare Tirincanti e ha collaborato e collabora tuttora con l’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, l’Orchestra Sinfonica della Fondazione Toscanini, l’Orchestra del Teatro Regio di Parma e altre. Attivo nel campo della musica contemporanea, è membro fondatore dell’Icarus Ensemble, con il quale ha partecipato a numerosi festival in Italia e all’estero.
___
Approfondimenti:
Interviste a Franco Bassi, gestore del Fuori Orario:
– “
Caro Vignali, chiudere i locali alle 2 è inutile
– “
Fuori Orario: musica, libri e lotta alla mafia

Clicca qui per iscriverti al gruppo dell’Agenda locali di ParmaDaily.it su Facebook per rimanere informato su concerti e disco.
___
Approfondimenti: Le fotogallery di ParmaDaily