Gorgoroth

steamdic2020

28/01/2009

Metal Daily

I Gorgoroth sono un gruppo black metal norvegese di Bergen tra i più rappresentativi del genere. Negli ultimi anni i vari esperimenti di ricerca di un proprio sound tra l’industrial metal ed il noise hanno portato il gruppo a focalizzarsi su uno stile del tutto particolare.
Il nome del gruppo è ispirato all’altopiano intriso di male e oscurità della terra di Mordor, un luogo immaginario della saga del Signore degli anelli di Tolkien.
La band non pubblica i testi delle canzoni ma al loro interno si recepiscono chiaramente i numerosissimi riferimenti al satanismo, all’anticristo, ai temi occulti ed infernali.
I Gorgoroth si formarono nel 1992 su iniziativa del chitarrista Infernus, del cantante Hat, e del batterista Goat. 
Nel 1993 la band rilascia il suo primo demo, intitolato A Sorcery Written in Blood, contenente anche alcune canzoni di Burzum.
Finito di registrare il demo, i Gorgoroth firmano un contratto con la casa discografica Embassy Records ed iniziano a lavorare al loro primo full, Pentagram. Pubblicato l’album, Goat lascia e viene sostituito da Frost dei Satyricon.
Nel 1995 lascia anche Hat, che viene rimpiazzato da Pest. Da questo punto i Gorgoroth iniziano ad essere conosciuti nel panorama internazionale, dacché si lanciano in una serie di tournee tra la Norvegia e l’Inghilterra a fianco dei Cradle Of Filth.
In seguito alla pubblicazione di Under the sign of hell (1997) ed al primo tour europeo, la casa discografica tedesca Nuclear Blast si accorda con i Gorgoroth nel 1998, quando la band pubblica il primo album con Gaahl alla voce.
Nel 1999 i Gorgoroth iniziano a sperimentare nuove idee mentre lavorano a Incipit Satan (clicca qui per guardare il video live di “Unchain my heart”): alcuni pezzi risentono pesantemente dell’influenza industrial, dark ambient e noise; altri, come “When love rages wild in my heart”, invece si spingono fino al blues di Danzig. 
Nel 2002, la band ritorna ad un black più classico, ma tuttavia differente dai primi lavori, dato che alcune canzoni sono state scritte dal bassista King ov hell, invece che da Infernus.
Il disco successivo fu Ad Majorem Sathanas Gloriam del 2006. Nel mese di ottobre del 2007 Infernus sancì lo scioglimento dei Gorgoroth, a causa di vari diverbi con Gaahl.
Tutto ciò ha provocato dissidi molto forti, dato che Gaahl e King ov Hell dichiararono di riprendere l’attività della band senza Infernus.
Il fondatore denunciò gli altri due membri, dichiarandosi il legittimo proprietario del copyright della band. La Regain Records prese le difese di Infernus e si preparò ad azioni legali contro gli altri due membri.
Ad ogni modo, le autorità norvegesi della “Patentstyret” (l’Ufficio Brevetti Norvegese) hanno riconosciuto il diritto sull’uso del nome e del logo della band a King ov Hell e Gaahl.
I due non continueranno a lavorare con la Regain Records e stanno cercando nuovi componenti ed una nuova etichetta per produrre un nuovo disco.
Recentemente il cantante Gaahl ha dichiarato la propria omosessualità (il primo black metaller della storia dichiaratamente gay) gettando scompiglio tra i fan.


Guarda il video non censurato dei Gorgoroth dal titolo “Carving a giant”.

lodi_12dic