Il Consiglio provinciale è vicino al popolo del Myanmar che sta lottando per i propri diritti

proges_4_21

Il Consiglio provinciale, nella seduta di stamattina, ha approvato all’unanimità un ordine del giorno presentato dai Gruppi Provincia democratica riformista e Insieme per il territorio, che esprime vicinanza e solidarietà al popolo del Myanmar che sta lottando per i propri diritti, la libertà e la democrazia, dopo il colpo di stato del 1° febbraio scorso.
L’ordine del giorno, presentato dal Presidente Diego Rossi, analogo a quello già presentato in altre assemblee elettive, chiede l’immediata liberazione del Premio Nobel Aung San Suu Kyi, del Presidente U Win Myint e di tutti i prigionieri politici, il ripristino della democrazia in Myanmar e la cessazione di ogni violenza; inoltre auspica l’avvio di un dialogo tra le componenti del Myanmar che sostenga il processo di transizione democratica, il rispetto dei diritti umani, la riconciliazione e la pace.
L’iniziativa fa seguito ad un incontro sulla situazione nel Myanmar avvenuto lo scorso 1° aprile tra la sen. Albertina Soliani, Presidente dell’Associazione per l’Amicizia Italia – Birmania, il Presidente della Provincia Diego Rossi e i consiglieri Bertocchi, Garbasi, Cantoni, Trevisan e De Maria.
La sen. Soliani si è collegata col Consiglio Provinciale e ha illustrato in diretta la situazione del Paese, che vede tutta la popolazione unita contro la dittatura e ha testimoniato il forte legame del Parmense con il Myanmar, nel campo istituzionale, della sanità, dell’istruzione.
Sono intervenuti a favore dell’iniziativa i consiglieri De Maria, Delsante, Cantoni (anche in qualità di Presidente dell’Associazione nazionale deportati) e Chiussi.
Il Presidente Rossi ha anche stabilito che Palazzo Giordani, sede della Provincia, da stasera sarà illuminato con i colori della bandiera del Myanmar.

L’ing. Monteverdi, dirigente del Servi zio Viabilità, rispondendo all’interrogazione dei consiglieri Quintavalla, Saglia Codeluppi e Chiussi (PN), ha spiegato che la Provincia si sta già facendo carico della sistemazione della Sp 359R e dei relativi ponti, compresi quelli tra Piane di Carniglia e Bedonia, sono già state compiute le verifiche e avviate le conseguenti misure; le ulteriori attività sulla viabilità provinciale territorio saranno visibili nel prossimo mese di giugno, dopo che la variazione di bilancio avrà reso possibile l’installazione di protezioni provvisorie.
Monteverdi ha anche sottolineato che la Provincia è attenta alla sicurezza della circolazione stradale su tutto il territorio, non solo sull’arteria in questione, compresi i circa 900 ponti, dei quali già circa 400 sono stati verificati, con l’istituzione di limitazioni al traffico su 24 di essi.
Chiussi trasmetterà risposta ai consiglieri regionali, chiedendo delucidazioni su eventuali finanziamenti della Regione.

E’ stato quindi nominato, con l’astensione del Gruppo Provincia Nuova, il nuovo Collegio dei Revisori dei Conti, essendo scaduto quello precedente, che è stato ringraziato dal Presidente a nome di tutto il Consiglio. Il Presidente del Collegio (proposto dal Presidente Rossi), è Francesca Zennoni, gli altri due componenti (sorteggiati dalla Prefettura) sono Bigarelli Giorgio di Modena, Emilio Lavezzi di Piacenza. Per la nomina di Zennoni, già presidente del Collegio dei revisori dei Conti del Comune di Forlì, che ha avuto al suo attivo anche vari incarichi nel Parmense. il Consiglio ha valutato sia competenza ed esperienza, sia la conoscenza del territorio.

E’ stato approvato all’unanimità anche lo schema di convenzione con Comune di San Secondo Parmense per la cessione gratuita di area destinata alla realizzazione di un ampliamento spazi didattici dell’Istituto Galilei – Bocchialini, illustrata del Delegato Spina. Il provvedimento è teso a risolvere i problemi di carenza di aule dell’Istituto, polo dell’agroindustria, che ospita più di 700 studenti, punto di riferimento per tutta l’area della Bassa.
Spina ha preannunciato entro l’anno  la cessione da parte del Comune un’altra area comunale di 5 mila mq, adiacente alla scuola, che servirà per un’ulteriore qualificazione dell’istituto e ha promesso la progettazione esecutiva dei nuovi spazi entro l’anno.
Parole di plauso al lavoro di Spina e degli uffici della Provincia sono venute dal Presidente Rossi e dal Delegato De Maria.

Sono state approvate infine alcune delibere tecniche: un riconoscimento di debito fuori bilancio che risale a una vicenda del 2012 (con l’astensione del Gruppo Provincia Nuova) la sdemanializzazione e alienazione di un relitto stradale lungo la Strada Provinciale n. 24 “di Tornolo” (unanimità).

La seduta si è svolta in modalità mista: presenza in sede e videoconferenza, per assicurare il rispetto dei protocolli di sicurezza in ordine all’emergenza sanitaria da Covid-19.

La registrazione della seduta sarà disponibile sul canale istituzionale youtube della Provincia di Parma, raggiungibile al link https://www.youtube.com/channel/UCryi2ddrmGQjyneG57hRf0g.