Il Festival della Lentezza a Colorno dall’11 al 13 giugno

proges_4_21

Si svolgerà nel Giardino della Reggia di Colorno dall’11 al 13 giugno l’edizione 2021 del Festival della Lentezza, con un ricco programma di musica, parole, immagini, laboratori, attività ricreative, per avviare un confronto col nostro rapporto col tempo, aiutare a riavviare il motore dell’immaginazione, andando oltre pregiudizi e paure, per scrivere una storia diversa.

La manifestazione è stata presentata oggi in Provincia dal Presidente Diego Rossi, il sindaco del Comune di Colorno Christian Stocchi, il Presidente dell’Associazione Turbolenta Alberto Monteverdi, la presidente dell’Associazione Comuni Virtuosi Elena Carletti, il Direttore artistico del Festival Marco Boschini.

“Il Festival della Lentezza ha rappresentato già nelle edizioni precedenti un punto di eccellenza e di innovazione nel panorama dei festival culturali – ha ricordato il Presidente della Provincia di Parma Diego Rossi – Nuovi e diversi stili di vita, più compatibili e sostenibili, sono da sempre al centro di questa rassegna. Mai come ora questi concetti stanno diventando patrimonio condiviso.”

“Ci siamo dati un obiettivo politico ambizioso – spiega il direttore artistico Marco Boschini -immaginare il mondo come dovrà essere quando il Covid sarà sconfitto raccontando le tantissime cose belle che già oggi esistono. Il futuro è intorno e dentro di noi, rimbocchiamoci le maniche per renderlo un posto e un tempo migliori in cui vivere. Voglio ringraziare per il supporto la Provincia di Parma, il Comune di Colorno e tutti gli sponsor: Fondazione Cariparma, Chiesi, Coop Alleanza 3.0, Rapunzel, Girolomoni, Iren, Tep Spa, Iconnect e Hotel Forlanini “.

“Colorno riparte dalla cultura e lo fa in sicurezza, cercando di puntare sull’approfondimento di qualità – dichiara il Sindaco di Colorno Christian Stocchi – il suggestivo contesto del Giardino della Reggia rappresenterà un valore aggiunto per questa manifestazione che si segnala non solo per gli artisti e gli intellettuali, ma anche per gli importanti rappresentanti delle istituzioni che la arricchiranno di riflessioni e di idee, nell’ambito di un programma sicuramente attrattivo”.

Tra i numerosi eventi, si segnalano in particolare l’apertura con “Corpo e anima per rinascere” venerdì 11 giugno ore 18 con Domenico Iannacone e Giulia Festa, sabato 12 il workshop “La palestra delle emozioni” a cura di Gloria Campaner e Ilaria Gaspari in collaborazione con la Scuola Holden, l’incontro con il Ministro Giovannini e la VicePresidente dell’Emilia Romagna Schlein sul tema “Ancora due parole sul Next Generation EU”, il talk “Se bastasse un concerto per far nascere un fiore” con Colapesce e Dimartino, reduci dal successo di Sanremo
Domenica 13 giugno, poi, lo spettacolo di Marco Paolini “Teatro fra parentesi. Le mie storie per questo tempo” – alle 19.

Il biglietto d’ingresso  è di 5 euro, i  bambini di età inferiore a 7 anni entrano gratis.

Per le misure anti-Covid, negli spazi del Festival è ammesso un numero massimo di 1.000 persone in contemporanea, con le usuali misure di prevenzione al contagio: misurazione temperatura all’ingresso, mascherine, distanziamento.
Non è possibile prenotare, si entra in ordine di arrivo, fino a esaurimento posti.
Per i laboratori invece occorre prenotare, scrivendo a festivalentezza@gmail.com, con nomi e recapiti dei partecipanti

Programma completo e info www.lentezza.org