Il modello Parma a Urbanpromo

assaggiami
Lombatti

Le altre notizie pubblicate oggi
(non più in homepage)
___
29/10/2010
h.16.40

Il Comune di Parma ha presentato a Urbanpromo 2010 il caso “Parma, modelli per la trasformazione sostenibile del territorio”, che evidenzia il lavoro che il Servizio Pianificazione ha condotto in questi anni.

COS’È URBANPROMO – Urbanpromo è un evento di marketing urbano e territoriale che si prefigge di rappresentare le esperienze pubblico e private nella promozione dell’innovazione nel governo del territorio e nel rilancio degli investimenti nelle città e nelle infrastrutture. Anche quest’anno, a Isola di San Giorgio a Venezia, il panorama italiano si è confrontato con le buone pratiche dell’esperienza estera.

IL POC DI PARMA – Dopo la presentazione ed il dibattito, il Direttore del Settore Pianificazione Territoriale del Comune di Parma, Tiziano Di Bernardo, ha sottolineato come “mettendo in atto una serie di strategie mirate al miglioramento della qualità urbana, all’efficienza energetica e alla costruzione della città pubblica, il Piano Operativo Comunale (POC) di Parma è stato considerato esemplare per la sua capacità di gestire le trasformazioni e di governare il processo di pianificazione.
Un ulteriore elemento di successo è rappresentato dai bandi concorsuali, che hanno assicurato una maggiore qualità degli interventi”.

EFFICIENZA ENERGETICA – Sul tema dell’efficienza energetica il POC riconosce specifici incentivi legati all’attuazione di interventi di efficienza energetica e ambientale sui fabbricati, quali il soddisfacimento il contenimento dei consumi energetici, il risparmio dell’acqua potabile, l’uso efficiente dell’energia.
Il POC prevede incentivi vincolati alla realizzazione da parte dei soggetti attuatori di efficienza energetica: impianti di cogenerazione, impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili, sistemi di fitodepurazione, illuminazione pubblica efficiente, recupero acque meteoriche o impiego di prodotti a basso impatto ambientale.

PEREQUAZIONE AMBIENTALE – Infine, sul tema della costruzione della città pubblica il POC individua i comparti di perequazione urbanistico ambientale, collegando l’attuazione delle aree di trasformazione alla realizzazione dei parchi urbani.
L’attuazione del POC – ha detto l’Assessore alle Politiche urbanistiche ed edilizie Francesco Manfredi ha consentito al Comune di ottimizzare gli interventi per migliorare l’organizzazione urbana, di valorizzare e riqualificare il patrimonio esistente, di contenere gli impatti ambientali, di influenzare positivamente il contesto socio-economico e qualificare gli spazi pubblici.
La concorrenzialità delle proposte private assicura maggiore qualità degli interventi, lasciando margini per il miglioramento dei progetti e per la negoziazione delle proposte in fase di istruttoria pubblica al fine di ottenere il miglior risultato per la collettività
”.

comunali2022