Il Taro Taro per San Felice sul Panaro

steam1121

31/08/2012
h.14.00

Si concluderà venerdì 7 con una grande festa alla Corte di Giarola di Collecchio la raccolta fondi promossa quest’estate dall’associazione Taro Taro Story per dare il proprio contributo alla ricostruzione di San Felice sul Panaro, uno dei comuni del modenese maggiormente colpiti dal sisma dello scorso maggio.
In particolare le risorse raccolte, attraverso l’apertura di un conto corrente, i numerosi eventi organizzati sul territorio e l’incasso della serata di venerdì, saranno destinate alla scuola elementare, un edificio degli anni Cinquanta che è stato gravemente danneggiato dalle scosse. Nei giorni scorsi alcuni membri dell’associazione si erano infatti recati nel comune modenese per confrontarsi con l’assessore alla Scuola di San Felice Giulia Orlandini e capire quali fossero gli interventi più urgenti: da qui la decisione di destinare il ricavato alla scuola elementare.
Quest’anno l’associazione Taro Taro Story, che ha l’abitudine di sostenere cause benefiche e iniziative promozionali di associazioni di volontariato locali, ha dunque scelto di dare una mano alla ricostruzione post-terremoto, aiutando le popolazioni dell’Emilia a ripartire. E non poteva essere altrimenti, visto che la situazione per molti dei centri colpiti rimane difficile. A San Felice dei 1500 cittadini sfollati, ancora 900 vivono in tenda. E gravi sono anche le condizioni in cui versano le strutture: dalle abitazioni, con un migliaio di case dichiarate inagibili, alle scuole materna e media, dalla Rocca del 1300 alla chiesa e al teatro.
Tutti potranno quindi dare il proprio contributo partecipando venerdì prossimo, 7 settembre, all’appuntamento alla Corte di Giarola con la musica disco degli anni Settanta e Ottanta. L’iniziativa, organizzata dal Taro Taro Story, ha il patrocinio dalla Provincia ed è realizzata grazie al Comune di Collecchio, all’Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità dell’Emilia occidentale e a tante realtà private. Anche il Comune di Fontevivo ha partecipato, raccogliendo già 1500 euro attraverso una sottoscrizione tra i cittadini.
Ancora una volta il nostro territorio e il mondo dell’associazionismo dimostrano una grande capacità di mettersi al servizio degli altri, di dare un supporto importante alle persone in difficoltà – ha detto l’assessore provinciale Agostino Maggiali, presidente dell’Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità dell’Emilia Occidentale, nella presentazione di questa mattina in Provincia -. In tanti, dalle istituzioni alle realtà private, alle associazioni, si sono infatti mossi per organizzare questa festa che ha un significato davvero straordinario: per questo invitiamo tutti a partecipare”.
La serata alla Corte di Giarola è ormai per noi un appuntamento tradizionale che chiude la nostra tournée estiva. Una festa che ogni anno cerchiamo di abbinare a un progetto di solidarietà – ha spiegato Paolo Alfieri dell’associazione Taro Taro Story –. Chi verrà potrà aiutare la popolazione di San Felice ma anche passare una serata all’insegna del divertimento con la musica anni 70 e 80 e cinque dj che hanno fatto la storia del Taro Taro”.
L’iniziativa si inserisce in una serie di manifestazioni che abbiamo già promosso in favore di San Felice. Un sostegno che si concretizzerà anche con una sorta di gemellaggio tra il nostro comune e quello modenese: il Comune di Collecchio “adotterà” infatti quello di San Felice sul Panaro – ha affermato il sindaco di Collecchio Paolo Bianchi -. La situazione di quelle zone è ancora drammatica, per questo dovremo continuare a sostenere quelle popolazioni anche nei prossimi anni”.
Venerdì 7 settembre la festa inizierà alle 19.30 con il servizio ristorante con pizza e specialità di pesce. Dalle 22 si darà il via alle danze con i dj del Taro-Taro, che quest’anno festeggia il 40° anno. All’ingresso della Corte sarà presente una delegazione del Comune di San Felice e del Comitato dei genitori della scuola elementare.
Come detto l’intero incasso della serata, composto dall’ingresso a offerta libera e da tutto il ricavato dei ristoranti e dei 3 bar, sarà devoluto all’acquisto di arredi, materiali didattici e altre attrezzature per la scuola elementare di San Felice. Alla fine di settembre sarà effettuato dal Taro Taro Story l’acquisto del materiale concordato con il Comune del Modenese, e sarà effettuata la consegna direttamente alla scuola elementare.
Oltre che partecipando alla festa, si può aderire alla raccolta fondi anche effettuando un bonifico bancario alla Banca Popolare dell’Emilia-Romagna – Agenzia di Fornovo Taro (Pr), intestato a Merusi Roberto e Assirati Gianni con la causale: “Taro Taro X Scuola S.Felice S/P”. Iban: IT49E0538765760000002071823.