In arrivo 21 milioni di euro per le scuole comunali

confartigianatomaggio

29/05/2009
h.14.00

Per le scuole comunali di Parma si annunciano un’estate e un autunno di importanti lavori pubblici. Ampliamenti, ristrutturazioni, nuovi edifici, ma anche piccole sistemazioni interesseranno – per un totale di 18 milioni di euro – decine di asili, elementari e medie del territorio comunale. A questi vanno aggiunti i circa 3,5 milioni di euro che saranno impiegati per il nuovo asilo di Fognano, oggi in fase di progettazione e per il quale i lavori inizieranno nel 2010.
Inoltre, entro l’anno, partiranno i cantieri per la realizzazione di due nuovi asili, a cura di Parmainfanzia, uno ad ovest e l’altro ad est della città: a Vicofertile troveranno spazio quattro sezioni di nido, per un totale di circa 75 bambini, a San Prospero saranno collocate invece tre aule di materna e quattro di nido: le frequenteranno 150 bambini.
Presentiamo oggi un importante intervento di carattere economico e politico – ha detto il sindaco Pietro Vignaliperché investire in edifici scolastici vuole dire investire sul diritto all’istruzione e sul futuro delle nuove generazioni.
Uno degli obiettivi di mandato è azzerare le liste d’attesa dei nidi e scuole per l’infanzia, e grazie ai due nuovi asili e alla ristrutturazione e ampliamento di altri tre potremo dire di averlo raggiunto. Questo massiccio intervento economico va anche letto come volano per le imprese di Parma in un periodo di crisi economica. Aprire i cantieri degli interventi già programmati e finanziati era un impegno preso quattro mesi fa presentando le misure anticrisi del Comune di Parma
”.
Dopo che negli scorsi anni l’Amministrazione comunale ha speso decine di milioni per rendere sicure le nostre scuole, ora l’impegno non si ferma e anzi raddoppia guardando al mondo dell’educazione a 360 gradi”. E’ quanto afferma l’assessore ai Lavori pubblici Giorgio Aiello, che ha poi aggiunto: “abbiamo pensato a nuove realizzazioni e ampliamenti, per venire incontro a quelle che sono le moderne esigenze didattiche, ma al contempo non trascurando la pari dignità dei disabili nelle scuole, le fonti di energia rinnovabile e quant’altro occorre per rendere migliori gli spazi dove i nostri figli passano la maggior parte del loro tempo e dove scommettono sul loro futuro.
Perché essere in ambienti piacevoli migliorano le prestazioni degli insegnanti e l’apprendimento dei giovani studenti
”.
Sono circa 17 milioni di euro i lavori che interessano nuove realizzazioni, ampliamenti o ristrutturazioni, dove alcune scuole saranno letteralmente sventrate e ricostruite rispettando quelle che sono le esigenze moderne. Si tratta di lavori che inizieranno durante l’anno e che dureranno per diversi mesi.
Gli interventi di manutenzione straordinaria, invece, saranno realizzati durante la chiusura estiva con specifici appalti già espletati per un importo totale di oltre 1,1 milioni di euro.
Questi saranno spesi in quindici scuole dell’infanzia, in sette strutture primarie e, infine, per migliorare l’accessibilità per disabili in altre sette scuole e asili.
Il “Global Service della manutenzione” si preoccuperà, sempre durante il periodo di chiusura estiva, di eseguire tutti quegli interventi di manutenzione programmata affinché tutte le scuole, al momento della loro riapertura, siano pienamente funzionali.
Sempre il “Global Service”, in un programma di recupero ambientale e contenimento dei costi energetici, provvederà in dodici strutture scolastiche al montaggio di impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica, mentre in quattro materne il solare termico servirà per la produzione di acqua calda.
Ecco in dettaglio tutti i lavori decisi dall’Amministrazione che interesseranno nei prossimi mesi alcuni edifici scolastici parmigiani.

A. Ristrutturazioni, nuove realizzazioni e ampliamenti
1. Importanti lavori di ristrutturazione per la “storica” scuola media Parmigianino di piazzale Rondani, che necessita di seri interventi di ripristino. La scelta dell’Amministrazione di investire ulteriori 1,5 milioni per aggiungere ulteriori spazi con altri 700 metri quadri di superficie per la realizzazione del tetto e del sottotetto, dove saranno ricavate nuove aule. Terminate le lezioni, inizierà la ristrutturazione completa dell’immobile, dalle fondamenta al tetto. Tutte le strutture murarie interne saranno realizzate attenendosi alle più recenti norme antisismiche, mentre la facciata, vincolata dalla Sovrintendenza, manterrà lo stesso aspetto e sarà messa in sicurezza. L’intervento richiederà circa 16 – 18 mesi per un costo complessivo di 4.500.000 euro. Fine lavori è prevista per i primi mesi del 2011.
2. Verrà inaugurata a settembre, con l’inizio del nuovo anno scolastico, la nuova scuola elementare di Porporano. L’Amministrazione comunale ha stanziato 150mila euro aggiuntivi per la realizzazione di una rotatoria antistante la scuola, per una maggiore sicurezza dell’area. Il secondo stralcio dei lavori prevede la realizzazione della nuova palestra, la ristrutturazione della scuola esistente e conseguente raddoppio delle aule, un auditorium polivalente, il laboratorio di cucina per alunni, la sistemazione esterna del piazzale, il risezionamento e l’ampliamento di via Bassa dei Folli e la costruzione del marciapiede. I lavori del secondo stralcio, oggi in fase di gara di assegnazione, inizieranno sempre il prossimo settembre per un impegno di spesa complessivo di 2.500.000 euro.
3. La scuola elementare “Padre Lino Maupas” di Vicofertile, dopo la realizzazione del nuovo edificio su due piani, avrà entro il prossimo gennaio una nuova palestra, lavori che anticipano la ristrutturazione del vecchio edificio e del collegamento con la nuova scuola. Prima ancora della ristrutturazione i lavori per avere più parcheggi, una nuova viabilità di accesso e per ampliare l’area verde, che vengono appaltati in estate. Finiti questi, necessari per avere una nuova entrata, partiranno quelli di ristrutturazione del vecchio edificio che oltre a contenere nuove aule e nuovi servizi per la scuola, comprenderà anche biblioteche e spazi per il paese. Con i lavori del secondo stralcio raddoppierà il numero delle aule, da 5 a 10. Costo degli interventi: 2.000.000 euro. Il terzo stralcio dei lavori (500.000 euro) prevede la realizzazione di parcheggi e interventi per agevolare la viabilità di via Martiri della Liberazione.
4. L’asilo nido Acquerello di Borgo San Girolamo, oggi all’interno di un edificio costruito oltre cinquanta anni fa già sgomberato, sarà demolito e ricostruito. Il nuovo progetto prevede 4 sezioni di nido, 2 spazi bimbi e cucina. Costo complessivo 2,2 milioni di euro.
5. Manutenzione straordinaria per la scuola elementare di via Micheli, dove verranno sostituiti tutti i serramenti esterni. Costo totale 500mila euro.
6. A Beneceto l’asilo Girotondo sarà ampliato di una sezione di nido, che diventerà più grande e accogliente. La progettazione è in corso e i lavori partiranno in autunno. Investimento totale 700mila euro.
7. Nuovo asilo anche a Fognano. Sarà edificata una nuova scuola di fronte all’attuale, in una porzione dell’ampio parco che sarà ristrutturato e ripiantumato. Il nuovo edificio garantirà 4 sezioni di asilo nido e 3 sezioni di materna, un’aula spazio bimbi e oltre 8000 mq di area verde. Investimento complessivo è di circa 3,5 milioni di euro. La progettazione si concluderà entro la fine dell’anno, cui seguirà gara d’appalto e lavori il cui inizio è previsto per i mesi di febbraio/marzo 2010. I lavori dureranno 14 mesi circa, pertanto la scuola sarà inaugurata a settembre 2011.

B. Lavori per manutenzione straordinaria, energia pulita, accessi per disabili
L’opera di manutenzione più importante sarà la sostituzione di tutte le attuali e non più idonee coperture della scuola di Fognano, che saranno interamente sostituite sia nella palestra sia nella struttura che ospita le aule. Importo lavori 300mila euro.
In 12 scuole elementari saranno installati impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica, mentre in 4 scuole materne saranno impianti di solare termico a produrre acqua calda.
Asilo nido di vicolo Grossardi 7/a (Le Nuvole) – Rifacimento delle pensiline esterne, frangisole e sistemazione facciate.
Asilo nido di via Ognibene 25/a (Palloncino Blu) – potenziamento in sonorizzazione in tutte le sezioni.
Scuola dell’infanzia di via Stirone 2/a (Abracadabra) – riqualificazione cortile.
Opere di tinteggio interno parziale, per motivi igienico sanitari, presso le seguenti strutture: Abracadabra (via Stirone), Archimede (Cortile San Martino), Fantasia (via Puccini), Tartaruga (via Newton), Aquilone (via Paciaudi), Coccinella (presso scuola Martiri di Cefalonia), Arlecchino (quartiere Bocchi), Locomotiva (via Malvisi).
Opere di completamento impianti di deumidificazione presso le seguenti strutture: Abracadabra (via Stirone), Fantasia (via Puccini), Giardino Magico (borgo del Correggio), Aquilone (via Paciaudi).
Realizzazione di impianti di climatizzazione presso le direzioni e le segreterie delle seguenti strutture: Istituto Comprensivo Don Milani, Istituto Comprensivo Salvo d’Acquisto, Istituto Comprensivo Verdi di Corcagnano, Istituto Comprensivo Sanvitale – Fra Salimbene, Istituto Comprensivo Ferrari, Istituto Comprensivo Toscanini, Istituto Comprensivo Puccini.
Interventi vari per migliorare l’accessibilità ai diversamente abili: all’elementare Don Milani adeguati i servizi al primo e secondo piano, stesso intervento al piano rialzato della media ex Corini. Quindi all’elementare Martiri di Cefalonia la scalinata all’ingresso principale verrà attrezzata con un servoscala necessario per migliorare l’attuale accessibilità, mentre alla media Ferrari sia al 1° che al 2° piano verranno attrezzati idonei servizi per disabili attualmente mancanti. Servoscala anche negli ingressi principali delle elementari Adorni, Racagni e alla scuola dell’infanzia San Paolo. Infine l’elementare Albertelli: qui saranno realizzate due piccole pedane e montato un servoscala interno per accedere ai laboratori di informatica.

C. Sopralluoghi post terremoto
Su richiesta dell’Anci la Regione Emilia-Romagna ha predisposto una serie di controlli, da eseguire quest’estate, in tutte le scuole per verificare lo stato di solidità dopo il terremoto dello scorso inverno. Il Comune di Parma, come tutti gli altri comuni della regione, ha aderito all’iniziativa e con i propri tecnici affiancherà il personale proveniente da Bologna per verificare la solidità delle strutture scolastiche che, tuttavia, hanno già avuto un’accurata verifica durante le vacanze natalizie.

kaleidoscopio
Casa Bambini
SanMartino
lodi_maggio24