IntensoFestival Collecchio: tre appuntamenti con attività gratuite per i giovani dai 10 ai 18 anni

Tanta creatività, con un pizzico di tecnologia e di formazione sul primo soccorso. Et voilà, il “L@bor@torio” è servito: tre appuntamenti ad accesso gratuito ogni martedì pomeriggio a Collecchio, dedicati ai ragazzi e le ragazze dai 10 ai 18 anni organizzati dalla Pro loco nell’ambito dell’InTenso Festival, realizzati in collaborazione con Azienda Pedemontana sociale che ne ha sostenuto i costi e le associazioni Anellodebole, Assistenza Volontaria, Esplora, Liberi di Volare e l’Oratorio Santa Maria del Colle.

I laboratori si svolgeranno ogni martedì dal 21 novembre al 4 dicembre, dalle ore 17 alle 19 in viale Saragat, cuore pulsante di InTenso Festival, e saranno preceduti, per chi lo vorrà, da una merenda in compagnia a partire dalle 16.

 

† Terra Santa 11 – Il Santo Sepolcro, il luogo più sacro del mondo (di Andrea Marsiletti)

 

Scendendo più nel dettaglio, i soccorritori del 118 dell’Assistenza Volontaria di Collecchio, Sala Baganza e Felino, forniranno ai giovani partecipanti le nozioni di primo intervento sanitario e illustreranno l’attività dell’associazione; Anellodebole proporrà un laboratorio di scrittura e fotografia, mentre Liberi di Volare proporrà colorate attività decorative. Esplora ha invece pensato e progettato un mini-corso per stimolare la curiosità e la creatività attraverso la tecnologia e l’elettronica, con esercitazioni pratiche. Ad ogni partecipante verrà fornito e regalato un kit, che potrà continuare ad utilizzare a casa, con tanto di manuale scritto da Matteo Gianniello che guiderà il laboratorio. Al mini-corso potranno partecipare al massimo 15 persone, per cui è necessaria la prenotazione entro giovedì 16 novembre, inviando una mail a esplora.stampa@gmail.com oppure telefonando al numero 338 5219408.

Il L@bor@torio rientra tra le iniziative per i giovani finanziate e co-progettate da Pedemontana sociale, che ha messo a disposizione 25mila euro per realizzare attività dedicate ai ragazzi e le ragazze che vivono nei comuni dell’Unione Pedemontana Parmense.

lombatti_mar24