Interventi di adeguamento sismico e riqualificazione energetica nelle scuole Ana Frank e Sergio Neri

Visita del Sindaco, Michele Guerra, dell’Assessore ai Servizi Educativi Caterina Bonetti e dell’Assessore ai Lavori Pubblici Francesco De Vanna, alla scuola Anna Frank ed alla scuola dell’infanzia Sergio Neri a conclusione degli interventi di messa in sicurezza sismica e riqualificazione energetica dell’edificio che li ospita.

Con loro hanno partecipato il Presidente del Consiglio Comunale, Michele Alinovi ed il Presidente di Parma Infrastrutture Spa, Giorgio Paglairi. Sono stati accolti dalla Dirigente Scolastica, professoressa Agnese Tirabassi, accompagnata dal Presidente del Consiglio di Iatituto Andrea Mendola.

Una giornata importante per il Sindaco, Michele Guerra, che ha rimarcato come il senso della visita sia legato a come sta procedendo il cantiere all’Anna Frank ed anche per avere un riscontro da parte dei bambini e degli insegnati che sono entrati a settembre nella struttura rinnovata e riqualificata. “Siamo qui per una visita prima di tutto alle bambine e ai bambini, negli spazi rinnovati della scuola che sono ampi, luminosi, colorati, belli e sicuri. La visita è stata anche l’occasione per dialogare con la dirigente scolastica, con gli insegnanti e soprattutto con le bambine e i bambini che vivono la scuola ogni giorno e che ci hanno dato i loro punti di vista originali e interessanti sulla loro vita quotidiana e gli spazi che abitano”.

“Siamo molto contenti di essere qui oggi – ha spiegato l’Assessora i Servizi Educativi Caterina Bonetti – per salutare le bambine ed i bambini che hanno ricominciato la scuola in settembre in via Pini. Sono stati anni difficili quelli del trasferimento perché hanno comportato sacrifici. Ringrazio, quindi, le famiglie ed il personale scolastico tutto per aver permesso di realizzare questi lavori. Ne è valsa senza dubbio la pena, vista la bellezza della nuova scuola, sicura da un punto di vista sismico e all’avanguardia da un punto di vista energetico”.

 

† Terra Santa 12 – Al cospetto della tomba vuota, della resurrezione di Gesù (di Andrea Marsiletti)

 

L’Assessore ai Lavori Pubblici, Francesco De Vanna, ha dichiarato: “Siamo contenti di poter inaugurare la nuova scuola Anna Frank nell’ambito di un progetto complessivo di riqualificazione del patrimonio scolastico comunale, un progetto ambizioso che si concluderà nel 2032. Sono state realizzate aule ancora più spaziose, colorate e sicure e più efficienti da un punto di vista energetico. Si tratta di una filosofia che ispira i lavori nei vari plessi scolastici interessati da interventi di riqualificazione. Ai lavori fino ad oggi svolti, si aggiungono spazi ulteriori per cui sono in corso interventi che contiamo di concludere entro la prossima estate”.

I bambini ed alle bambine sono rientrati nella struttura completamente rinnovata con l’avvio dell’anno scolastico, in settembre. Si tratta di un edificio in linea con i nuovi standard di sicurezza e comfort ambientali.

La scuola dell’infanzia Sergio Neri e la scuola primaria Anna Frank sono ospitate nello stesso edificio a due piani ed hanno ingressi separati sul fronte nord della struttura: la primaria nel lato nord est, verso l’asilo Fiocco di Neve, la scuola dell’infanzia nell’angolo nord ovest verso via Pini.

La visita è stata una vera e propria festa. La scuola dell’infanzia Sergio Neri si sviluppa su una porzione del piano terra, su una superficie lorda utile di 800 metri quadrati, con 4 sezioni e 3 aule laboratoriali, con un ampio salone centrale per attività condivise e spazi accessori per utenti e dipendenti.

Al primo piano, e nella restante parte del piano terra, hanno trovato posto i bambini e le bambine della primaria Anna Frank, che si sviluppa su una superficie utile lorda di 2.200 metri quadrati, con 15 aule, oltre a 3 spazi laboratoriali polivalenti, a cui si aggiungono i locali accessori per utenti e docenti.

L’intervento da 3milioni e 900 mila euro si aggiunge a quelli già messi in atto per la realizzazione della nuova palestra, della mensa e per il passante di collegamento tra queste, le aule esistenti ed il teatro-auditorium, con costi paria ad oltre 5milioni di euro.

Sul complesso dell’Anna Frank sono stati investiti altri 2milioni e 350mila euro: è in corso la realizzazione di 6 nuovi laboratori per la scuola primaria, la sistemazione delle aree esterne ed, in previsione, anche l’ampliamento del parcheggio su via Pini.

La riapertura della scuola ha permesso il rientro delle classi della primaria Anna Frank, dislocate in parte alla ex Pascoli di via Saffi (10 classi, circa 200 bambini) e della scuola dell’Infanzia Sergio Neri, anch’essa ospitata alla ex Pascoli, con 4 sezioni e 83 bambini. Inoltre, altre tre sezioni di primaria dell’Anna Frank erano ospitate alla scuola Ferrari, circa 60 bambini.