Langhirano, compra un cellulare online e scopre che è una truffa: denunciata la falsa venditrice

Lombatti

Ennesima truffa on line che vede protagonisti un ignaro acquirente che accredita il denaro su una carta prepagata postpay e un venditore che non spedisce il prodotto, con tutta probabilità inesistente.  A essere raggirato un 25enne di Langhirano che si è fidato di quanto scritto online dalla coetanea residente in provincia di La Spezia.

La donna, già gravata da diversi precedenti di polizia, aveva pubblicato su un sito internet un annuncio relativo alla vendita di un telefono cellulare marca Iphone 11, inducendo il giovane al suo acquisto mediante l’accredito dell’importo di 250 euro su una carta prepagata a lei intestata. La venditrice, oltre a non recapitare la merce pattuita, si è resa irreperibile, finendo poi per essere denunciata per truffa da Carabinieri della Stazione di Langhirano.

Con l’occasione, l’Arma dei Carabinieri di Parma, invita nuovamente, a porre attenzione prima di tutto ai siti dove si effettuano gli acquisti ed a verificare la reale esistenza del bene. Generalmente i prodotti di ingente valore pubblicati con tariffe molto inferiori al prezzo di mercato devono far sorgere qualche dubbio. Inoltre diffidare sempre di email e sms ancorché anticipate da contatti telefonici, poiché spesso mirano al furto di dati personali. Questa tipologia di attività predatoria, detta “Phishing” (è una forma di truffa realizzata sulla rete internet che si concretizza attraverso l’invio di ingannevoli messaggi di posta elettronica) o “Smishing” ( è una forma di phishing che utilizza i telefoni cellulari come piattaforma di attacco, tramite l’invio di sms, che si presume arrivi da fonti fidate, con cui vengono chiesti dati bancari o personali)  è prodromica all’impossessamento di nomi utente e password utili a sottrarre denaro, proprio come è successo nelle truffe scoperte ed in quelle sventate prima che il denaro non fosse più recuperabile.

Comando Provinciale Carabinieri di Parma