Libera Parma su Svoltare: “Sì all’accoglienza, ma nella legalità”

Sono alla ribalta della cronaca le vicende giudiziarie legate ad un’importante realtà territoriale, la cooperativa Svoltare, che lavora nell’ambito dell’accoglienza.

Nel confermare la nostra fiducia nell’azione della magistratura e delle relative indagini, ci sentiamo di esprimere una serie di preoccupazioni per le situazioni che possono nascere da questa vicenda, ma anche delle strumentalizzazioni che la stessa può innescare.

In primo luogo gli ipotizzabili disservizi che emergeranno nel sistema di accoglienza dei richiedenti asilo, spesso oggetto di attacchi e critiche. Sistema che invece noi crediamo vada protetto attraverso regole e procedure di controllo.

Se poi è vero quello che ci raccontano le cronache, e cioè che la cooperativa Svoltare ha avuto accesso a fondi pubblici con false dichiarazioni, e quindi senza averne diritto, c’è da chiedersi come tutto questo sia passato indenne a controlli amministrativi pubblici.

Crediamo che l’accaduto ci obblighi ad un ripensamento dei regolamenti, soprattutto delle procedure emergenziali.

Riteniamo fondamentale il diritto all’accoglienza, ma altrettanto importante il dovere di controllo delle istituzioni per tutelare i cittadini migranti, chi con loro lavora e la comunità intera che deve poter confrontarsi con un sistema rispettoso della legalità.

Il Coordinamento provinciale di Libera Parma