L’università di Parma aderisce alla “settimana della legalità” promossa dalla regione Emilia-Romagna

Due seminari formativi in programma online il 19 e il 25 marzo e un concorso di saggi per studenti e laureati sul tema delle mafie

proges_4_21

L’Università di Parma aderisce alla rassegna regionale Settimana della Legalità, attraverso la co-organizzazione di due seminari formativi e un concorso di saggi scritti rivolto a studenti universitari e giovani laureati. La Settimana della Legalità è organizzata dall’Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna insieme a Giunta regionale, Anci, Upi, Associazione Cortocircuito, Associazione culturale Il Borgo e altri enti. 

Il primo seminario formativo, dal titolo La ‘ndrangheta nel Nord Italia, è in programma online venerdì 19 marzo alle 11.  

Nando dalla Chiesa, docente di Sociologia della Criminalità organizzata alla Statale di Milano, autore di numerosi libri sul tema nonché figlio del Generale Carlo Alberto dalla Chiesa, dialogherà con Elia Minari, responsabile del corso Prevenzione e contrasto della corruzione e della criminalità organizzata dell’Università di Parma, realizzato in collaborazione con la Regione.  

L’incontro sarà introdotto dai saluti di Emma Petitti, Presidente dell’Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna, e Monica Cocconi, Delegata del Rettore dell’Università di Parma per l’anticorruzione e la trasparenza. Il seminario è co-promosso anche dalla Fondazione dell’Avvocatura Parmense

L’appuntamento rientra nel corso “Prevenzione e contrasto della corruzione e della criminalità organizzata” dell’Università di Parma, ma è aperto a chiunque sia interessato. Per ricevere il link per partecipare all’evento è sufficiente scrivere una e-mail a formazione.antimafia@gmail.com 

Nell’ambito delle iniziative per la Settimana della Legalità è stato inoltre pubblicato l’avviso di selezione del Concorso di brevi saggi scritti sul tema delle mafie rivolto a studenti universitari e giovani laureati, di tutti i corsi di laurea. Sono previsti premi fino a 1.000 euro, la scadenza per partecipare è il 22 maggio 2021.  

Lo scopo del concorso, giunto alla terza edizione, è sostenere concretamente i giovani che si impegnano, scrivendo un saggio che consenta di approfondire un argomento sui temi della prevenzione e del contrasto della criminalità organizzata e della corruzione.  

La partecipazione al concorso è interamente gratuita: le informazioni dettagliate sono disponibili sul sito internet dell’Associazione culturale antimafia Cortocircuito.

Il concorso sarà presentato durante un seminario online in programma giovedì 25 marzo alle 17, che vedrà come relatori Leonardo Draghetti, Direttore Generale dell’Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna, il magistrato Marco Imperato della Procura di Bologna ed Elia Minari, membri della commissione regionale per la valutazione dei saggi. Nel corso dell’evento interverranno anche alcuni degli studenti universitari e dei giovani laureati che hanno vinto le due precedenti edizioni del concorso, nel 2020 e nel 2019. Per ricevere il link per partecipare all’evento è sufficiente scrivere una e-mail a formazione.antimafia@gmail.com