Manuele (PSI): “Una parte di centrosinistra si è arenato sulla secca PD-Effetto Parma, si apra alla cittadinanza. Sulle infrastrutture…”

Cristiano Manuele

Mentre il​ dibattito politico di una parte del centro sinistra​ cittadino si è arenato sulla secca PD-Effetto Parma e su un toto Sindaco riservato, per ora ai soli natanti incagliati, l’altra parte del centro sinistra, Psi tra i primi, profonde le proprie energie per dotare il prossimo candidato Sindaco di un programma che possa soddisfare​ le necessità, le urgenze, i bisogni di Parma e dei Parmigiani.

Stadio , Cittadella, Tibre, sono solo alcune delle questioni che non possono attendere una pax Augusti imposta​ a tavolino​ e mancante di collante politico,​ questione abitativa, lavoro, lotta alle mafie sono temi​ divenuti, nel il post pandemia, battaglie​ che devono essere affrontate oggi ​ per​ essere vinte domani.

Secondo noi Socialisti la proposta politica da presentare ai cittadini di Parma non solo dovrà essere condivisa tra tutte le componenti politiche ma dovrà​ offrire​ le risposte adatte a lanciare​ Parma nel​ futuro.

Da ieri,​ ​ non è più ​ sufficiente limitarsi a​ rifare le strade e sistemare le buche per poter pensare di avere amministrato bene, la sfida da raccogliere è sulla visione e pianificazione di lungo periodo.

Non abbiamo dubbi che uno dei temi che verranno trattati in campagna elettorale riguarderà le infrastrutture di Parma, da quelle esistenti come l’aeroporto​ a quelle da implementare come l’alta velocità finendo con quelle da ultimare come la Tibre.

Non potendo pensare di lasciare Parma​ totalmente sganciata dai sistemi di collegamento , senza aeroporto, senza Tibre e senza alta velocità, si dovrà necessariamente procedere con lo spirito del buon padre di famiglia, ultimare le opere che sono già costate soldi ai cittadini e possono in breve tempo sostenere l’economia locale e ​ riprogettare ​ quelle esistenti.

Ad una nuova fermata dell’alta velocità, in questa fase storica,​ si dovrebbe preferire la scelta più economica di far fermare più treni nella nostra città in alternanza con Reggio Emilia, mentre sul tema aeroporto dovremmo recuperare la tradizione della struttura guardando al futuro.

Cento anni dopo​ l’ultimazione dei lavori che videro nascere a Parma una delle prime basi italiane​ per i dirigibili , il nostro aeroporto avrà la possibilità di rinascere se riusciremo a riproporlo come spazioporto, uno dei primi in Italia e in questa parte del Mediterraneo, l’esperienza positiva di Grottaglie certamente potrà essere di ispirazione per portare a nuova vita in nostro impianto e far nascere in città una filiera legata al turismo suborbitale.

I temi, tanti,​ sono sul tavolo dei partiti di centro sinistra da troppo tempo, è arrivato ora il momento di affrontarli per non restare indietro.

La secca che sta fermando la discussione politica del centrosinistra potrà essere superata se la classe politica sarà capace di mettere da parte gli “io” per ragionare con i “noi” e , aprendo alla cittadinanza la possibilità di partecipare alla scelta del candidato Sindaco si potranno finalmente acquisire gli strumenti validi per mettere le ali alla nostra città.​

Cristiano Manuele

Segretario Provinciale Psi Parma