Michele Guerra influenza l’influencer… ma farà la fine di Cimabue con Giotto? (di Andrea Marsiletti)

confartigianatomaggio
Contabile_giugno24

“Parma❤️ Siete mai stati? ☺️”

Poche parole, due emoticon, una foto… e zac, uno spot per la nostra città da 13.000 like!

E’ questo il risultato del post su Instagram dell’influencer parmigiana Ilaria Milite, seguita da 255.000 follower (guarda profilo). 13.000 like la pagina ufficiale promozionale di Parma Capitale della Cultura 2020+21 non li fa in due anni… dovrebbe farsi prorogare ancora, 2020+21+22.

Il 7 giugno l’influencer è stata protagonista con un suo intervento del webinar “Egemonia culturale: gli intellettuali di Antonio Gramsci al tempo degli influencer” insieme ad altri, tra i quali Michele Guerra.

Proprio l’assessore alla cultura del Comune di Parma aveva auspicato un maggiore impegno sociale degli influencer (leggi). Orbene, Ilaria l’ha preso in parola… e per la prima volta pubblica un post che mette al centro Parma.

A voler essere maliziosi quella foto di Ilaria con dietro il Municipio sembrerebbe alludere a qualcosa di più di un post turistico… non è che l’impegno sociale di Ilaria la sta spingendo a candidarsi a sindaco di Parma?

Oppalà, Guerra ha formato l’allieva che supererà il maestro? Come fece Cimabue con Giotto, una storica competizione raccontata anche da Dante Alighieri nel IX canto del Purgatorio (“Credette Cimabue ne la pittura tener lo campo, e ora ha Giotto il grido, sì che la fama di colui è scura”)…

Scherzi a parte, grazie Ilaria!

Andrea Marsiletti

SanMartino
kaleidoscopio
Casa Bambini
lodi_maggio24