Mobilità sostenibile: l’Unione Pedemontana partner del progetto europeo TRANSIT

L’ente parmense insieme al SERN e ad altri partecipanti da Svezia, Grecia e Spagna, per promuovere tra i cittadini i sistemi di trasporto rispettosi dell’ambiente

Condividere le proprie esperienze più virtuose, per promuovere quelle strategie che possono sensibilizzare i cittadini a cambiare le proprie abitudini negli spostamenti, verso una mobilità più sostenibile. Questo l’obiettivo del progetto TRANSIT, approvato dall’Unione Europea all’interno del programma Erasmus+, presentato dall’Unione Pedemontana Parmense, che comprende i Comuni di Collecchio, Felino, Montechiarugolo, Sala Baganza e Traversetolo, insieme a Lepida, SERN (Sweden – Emilia-Romagna Network) e ad altri enti provenienti da Svezia, Grecia e Spagna.

A coordinare lo sviluppo di TRANSIT, che prevede eventi, seminari e incontri transnazionali, sarà l’Università svedese di Karlstad. E oltre all’Unione, SERN e Lepida, tra i partner progettuali figurano il Comune di Abegondo (Spagna) e la ONG Ecocity (Grecia). Il progetto, che potrà contare su un finanziamento da 300mila euro, intende mettere a punto delle strategie per una mobilità che sia più rispettosa dell’ambiente, attraverso lo scambio tra i partecipanti delle buone pratiche realizzate nei propri territori, partendo da un’analisi della situazione attuale dei sistemi di trasporto esistenti, dei bisogni e delle abitudini della popolazione, per arrivare a pianificare le azioni necessarie, coinvolgendo i principali attori, come enti, aziende o associazioni, che operano nel settore della mobilità. Verranno inoltre sviluppati strumenti educativi innovativi, che potranno essere utilizzati dagli Enti partner per sensibilizzare la cittadinanza.

TRANSIT avrà una durata triennale e si concluderà nel settembre del 2023. «Con questo progetto, l’Unione Pedemontana Parmense prosegue e accelera il suo percorso di un’attenta politica ambientale – sottolinea il sindaco di Montechiarugolo e assessore all’Ambiente dell’Unione Daniele Friggeri –. La svolta Green passa dai nostri enti grazie al contributo fondamentale dell’Europa, spingendoci ad affrontare le problematiche di un futuro sostenibile unendo le forze con realtà analoghe di altre nazioni, in un approccio interdisciplinare e multiculturale. Grazie alla collaborazione di illustri partner scientifici e tecnologici, sarà possibile sperimentare soluzioni innovative e all’altezza della sfida di raggiungere quanto prima la Carbon Neutrality dei territori dei Comuni pedemontani». 

Il sindaco di Montechiarugolo e assessore all’Ambiente dell’Unione, Daniele Friggeri