Musica pop e videogiochi: all’Auditorium del Carmine una guida all’ascolto a cura di Michele Curedda

Lombatti

Come viene usata la musica pop nei videogiochi? Qual è il rapporto tra musica e mondo virtuale? Approfondisce queste tematiche la guida all’ascolto a cura di Michele Curedda «Pop & games: analisi sul rapporto tra due mondi sempre più fusi con la nostra realtà», in programma martedì 22 novembre alle 18.00 nell’Auditorium del Carmine (Via Duse 1/a – Parma). L’appuntamento, a ingresso libero e gratuito, è il secondo della rassegna «Il Suono Svelato», organizzata dal Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma.

Michele Curedda, allievo del Conservatorio di Parma nella classe di Tastiere e Pianoforte Pop/Rock, partirà da una breve introduzione storica sull’evoluzione del videogioco, per poi approfondire il rapporto tra il mondo virtuale e la musica pop (con qualche riferimento anche alla musica classica e jazz).

Si analizzerà come procede l’avanzamento tecnologico che sta sempre più fondendo queste realtà in un’unica dimensione, con Concerti virtuali ed esibizioni musicali in Realtà Virtuale, e verranno approfonditi i metodi usati per inserire canzoni e composizioni originali nei videogiochi e nell’universo videoludico.

La rassegna «Il Suono svelato» è inserita nell’Attività di formazione permanente del Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma, coordinata dal prof. Pierluigi Puglisi. Tutti gli incontri sono a ingresso libero e gratuito. Per maggiori informazioni: www.conservatorio.pr.it

Michele Curedda