Musica antica alla Casa della Musica

kaleidoscopio
lodi_maggio24
SanMartino
Casa Bambini

Le altre notizie pubblicate oggi
(non più in homepage)
___
29/09/2010
h.13.00

Giunto alla seconda edizione, il “piccolo festival alternativo” della musica antica organizzato da Silentia Lunae con la Casa della Musica offre tre giorni di appuntamenti all’insegna della valorizzazione delle realtà locali e di respiro internazionale, compresi nel cartellone delle iniziative di “Casa Verdi”.
Numerose sono le associazioni che collaborano al progetto, sostenendo la filosofia che la musica antica deve essere vicina al grande pubblico, coinvolgente e attenta alla realtà contemporanea: quindi non più “mercato di nicchia”, ma apertura verso quella fetta di pubblico che di solito non frequenta le sale da concerto.
Altro elemento che contrassegna questa edizione è l’apertura alla solidarietà, con la voglia di lasciare un segno positivo. Silentia Lunae ha perciò invitato l’Associazione Portos, Croce Rossa, Assistenza Pubblica e Medaglie d’Oro Bormioli Rocco a partecipare alla giornata finale della rassegna con uno stand per raccogliere fondi per le loro finalità benefiche con con clown e truccabimbi che guideranno i bambini alla scoperta della liuteria, con giochi, musiche e informazioni.
Tutta la rassegna avrà luogo presso la Casa della Musica, e sarà a ingresso libero. Fitto e variegato il programma. L’inizio sarà per giovedì 7 alle ore 21, con un saggio dei giovanissimi allievi di propedeutica alla musica e alla danza antica, a cura di Marina Mammarella, di MusicalMente, e Luisa Cicognani e Clara Armani di Spaziodanza.
Venerdì 8 dalle 9.30 alle 12.00 alcune scuole di Parma visiteranno il Museo dell’Opera della Casa della Musica e poi giocheranno nel chiostro con il maestro Richard Benecchi, che suonerà in costume rinascimentale e racconterà favole sul liuto ai piccoli ospiti della mattinata.
Alle ore 15.30 Benecchi dirigerà il “Trio dei liuti di Parma” e condurrà un incontro sulle figure e l’opera di Claudio Merulo e Cipriano De Rore. Compositori d’eccezione, sia Merulo che De Rore furono stimati dai liutisti alla corte dei Farnese, e si ascolteranno brani per lo strumento prima di una visita silenziosa alle sepolture dei due compositori, in Duomo.
Sabato 9 sarà una giornata ricca di avvenimenti. Dalle 10 alle 18 si potrà visitare la mostra di liuteria: tanta musica dal vivo per far sentire, oltre che vedere, gli strumenti in mostra, di Brighenti Harpsichords, Scrollavezza e Zanrè, il Laboratorio di Liuteria di Colorno, Giorgio Giliotti, Fausto Fiorini di Jacoland ed il Laboratorio di,Liuteria del Mu. In contemporanea, una mostra sul tema della liuteria e degli interni di Palazzo Cusani, curata da Parmafotografica, con Giovanna Ziveri.
Ospite d’onore della giornata Rolf Lislevand, liutista tra i più celebri dei nostri anni, che sarà intervistato da Rose Ricaldi di Radio TvParma alle 11.30, mentre al pubblico presente sarà servito un cocktail offerto da Silentia Lunae. Alle 16, “La Grande Disfida di MusicanticaJazz”, musicisti antichi e moderni sul palco a colpi di gong: una jam-session commentata da Lislevand e Rose Ricaldi, aperta a coloro che vorranno cimentarsi, che possono prenotarsi chiamando il 34983333689.
Alle 21, infine, “La Nigra Taranta: Napoli e Spagna tra Angioini e Aragonesi” uno spettacolo di Silentia Lunae con Rolf Lislevand quale prestigioso artista ospite.
Testi e arrangiamenti di Maria Caruso, danze spagnole e villanelle napoletane, con le coreografie in stile contemporaneo di Spaziodanza, in un concerto che è un discorso musicale fittissimo dall’inizio alla fine – un mosaico che introduce e riporta all’antico Regno di Napoli e Spagna.

kaleidoscopio
Casa Bambini
lodi_maggio24
SanMartino