Nicoletta Napoli (Lega): “Zone franche defiscalizzate e riapertura punto nascita Borgotaro”

“Sono nata e cresciuta a Fornovo e conosco bene il nostro Appennino: in montagna i negozi chiudono, le imprese devono faticare il doppio per tirare avanti per la carenza di infrastrutture adeguate e connessione alla rete, il dissesto idrogeologico e le frane preoccupano i residenti, i punti nascita vengono chiusi, gli ospedali declassati, il turismo non è sostenuto, chi se ne va lo fa perché non ha alternative. C’è un sistema di potere che campa sulla nostra montagna, che invece andrebbe promossa e valorizzata”, dice Nicoletta Napoli candidata della Lega incontrando elettori e simpatizzanti in due appuntamenti a Bedonia e Albareto.

“Trovo offensivo – aggiunge Napoli- che il presidente della Regione Bonaccini dopo aver chiuso il punto nascita di Borgotaro, abbia la faccia tosta in campagna elettorale di dire che forse lo riaprirà o che sia venuto qui a inaugurare il nuovo pronto soccorso dopo averlo declassato. Il PD oggi è questo: promesse, tasse, immigrati.

“Le prime cose da fare dopo il 26 gennaio siano la riapertura del punto nascita di Borgotaro, la creazione di zone franche defiscalizzate per le piccole attività e il contrasto del dissesto idrogeologico. Poi lavorare per un progetto più ampio per rilanciare il turismo e i collegamenti”, conclude la candidata leghista.

top50_dic2018