NoCargoParma: “L’ampliamento dell’aeroporto per servizio passeggeri prelude alla trasformazione in hub cargo?”

Carbognani
Lombatti

Come Associazione Nocargoparma non possiamo non rimanere disorientati dalle parole dell’Assessore Alinovi che relativamente all’allungamento della pista per la trasformazione dell’Aeroporto Verdi in Aeroporto Cargo dichiara di voler “proseguire un percorso di valorizzazione del Verdi, finalizzato principalmente al potenziamento del trasporto passeggeri ed evitando ulteriore consumo di suolo. I finanziamenti comunali per le opere di collegamento sono finalizzati alle progettualità suddette. “

Non ci è chiaro se l’Assessore pecchi di non conoscenza del Progetto di Sviluppo presentato da Sogeap al Ministero oppure sia in imbarazzo a raccontare ai cittadini la vera storia che, contrariamente a quello che dichiara, è fatta da un Masterplan che prevede lo sviluppo nel settore Cargo e non in quello passeggeri, che prevede un enorme consumo di suolo necessario per allungare di circa 1 km la pista e per costruire i capannoni a servizio delle merci, che prevede che i finanziamenti comunali siano finalizzati a far pagare ai cittadini la costruzione delle nuove strade in sostituzione di quelle che l’allungamento della pista interrompe.

Una storia che è scritta nei documenti presentati al Ministero dell’Ambiente Masterplan Sogeap- Relazione Tecnico-Descrittiva pagina 72 “Per diventare il primo aeroporto in Italia con vocazione Cargo è indispensabile dotare l’aeroporto di una pista di volo di 2880 metri per consentire gli atterraggi di aerei fino a Classe E “(con apertura alare fino a 65 metri ).

Una storia che ci rendiamo conto sia difficile da raccontare ai cittadini, soprattutto in campagna elettorale, perché parla di aumento dell’inquinamento atmosferico grazie agli aerei molto più grandi e pesanti, di rumore assordante sulle nostre case e soprattutto sulle scuole dei nostri bambini, che parla di campi ora coltivati per la Food Valley che verranno cementati, ecc. Una storia amara, ancora di più nel momento storico che stiamo vivendo, che vede gli interessi economici di pochi sacrificare la salute e la qualità della vita di tutti.

Associazione NoCargoParma