Padus Mirabilis a Sacca di Colorno: chiude la festa del Po con oltre 3.000 presenze

Si è conclusa ieri con un grande successo di pubblico e tutti gli eventi sold out la prima edizione di Padus Mirabilis”, una due giorni dedicata alle singolarità territoriali del Po e di altre vie d’acqua, nata da una coprogettazione tra l’associazione Via King e il Comune di Colorno, per la cura dell’architetto Vitaliano Biondi – Arvales Fratres, sostenuta da MabUnesco e dall’Autorità di Bacino del Po e parte del programma di Parma capitale italiana della cultura 2020+2021. (info@biebieventi.com www.biebi eventi.com, Facebook – Instagram @biebieventi.com)

Questa edizione che ha animato durante il weekend appena trascorso le sponde del fiume ha registrato la partecipazione di oltre tremila presenze. Soddisfazione del Sindaco di Colorno Christian Stocchi: “ È stata una grande festa del Po, dei suoi colori e dei suoi sapori, delle sue tradizioni e delle sue suggestioni. Una due giorni molto intensa che ha saputo soddisfare gli interessi più diversi e che ha portato molti turisti a Colorno. Il bilancio è assolutamente positivo e riteniamo che possa essere un laboratorio per progettare ulteriori iniziative magari in rete con altri comuni per valorizzare la grande tradizione del Po”.

Due giorni ricchi di proposte come la mostra-mercato di piante, fiori, frutti e ortaggi, mercatino di prodotti alimentari e artigianali sulla riva del Po, degustazioni delle tipicità del territorio, cooking show, attività per bambini e con gli asinelli e i cani, momenti musicali, escursioni in navigazione, workshop fotografici, conversazioni, letture di viaggi e navigazioni e visite alla scoperta della chiesa di Sacca e di Sanguigna.

“ Il fascino del Po ha messo tutti d’accordo – afferma Danilo Biacchi, BieBi Eventi-.” “Tanta la soddisfazione percepita dal numeroso pubblico presente in questa prima edizione. Un evento per tutti, una grande festa in cui gli spazi allestiti hanno creato interesse e curiosità tra gli intervenuti.La presenza della Motonave Stradivari ha confermato che Sacca, questo piccolo polmone verde situato nel più bel luogo della bassa parmense affacciato sul Po, merita l’ampliamento di un porto capace di ospitare questo genere di imbarcazioni per un turismo fluviale volto alla valorizzazione del Grande Fiume.Ringrazio l’amministrazione comunale di Colorno per aver sostenuto e creduto nel progetto e l’associazione Motonautica Parmense di Sacca per l’accoglienza, disponibilità e impegno dimostrati”
Per il curatore Vitaliano Biondi: “ Credo che il merito più grande di Padus Mirabilis sia stato di disvelare ai tanti richiamati dalla festa, dietro il sipario dei pioppi, il Grande Fiume. Il Po si percepisce come presenza ma non si mostra finchè non si oltrepassano i suoi argini. Allora si manifesta in tutta la sua bellezza conservando ancora uno spazio meraviglioso e segreto di antica memoria che invita il visitatore a percorrere questo tratto di pianura all’ombra dell’argine maestro alla scoperta di borghi magnifici, di chiese imponenti, di ville fastose, di piazze di scenografica bellezza”.