Parco Nord, verso la riqualificazione

Lombatti

Il Parco Nord sarà oggetto di un importante intervento di riqualificazione: si sta chiudendo ora la fase progettuale e nei prossimi mesi inizieranno gli interventi di ripristino e miglioria degli spazi. Si tratta di un progetto condiviso e partecipato avviato nel 2021 che ha visto la raccolta di 500 questionari ed il coinvolgimento di 61 stakeholder. Cittadini, scuole, portatori di interesse hanno fornito indicazioni preziose per fare del Parco Nord uno spazio più bello e inclusivo, per famiglie, giovani e anziani.

Il progetto, denominato “ParcOfficina di Comunità”, è stato finanziato dal Bando Partecipazione 2020 L.R. 15/2018 della Regione Emilia Romagna. I fondi a disposizione ammontano a un milione di euro, suddivisi in due tranche: 590 mila euro verranno investiti per il primo stralcio dei lavori e altri 400 mila euro serviranno per la seconda tranche.

“La funzione rigenerativa dei parchi pubblici – afferma il sindaco Michele Guerra – sarà al centro del nostro mandato. Gli investimenti che riguardano il parco Nord e altri importanti parchi cittadini restituiranno aree verdi in grado di accrescere la qualità di vita dei nostri quartieri dal punto di vista ambientale, sportivo, sociale, inclusivo e del dialogo tra le generazioni”.

L’assessore ai Lavori Pubblici Francesco De Vanna sottolinea: “l’Amministrazione Comunale ribadisce il suo impegno per la riqualificazione del parco Nord in una logica di rigenerazione dell’intero quartiere San Leonardo – Cortile San Martino che vedrà, nel 2023 e nel 2024, ulteriori interventi al parco dei Vetrai, al parco dei Vecchi Mulini e in via Milano, solo per citarne alcuni. Il quartiere San Leonardo può rappresentare una frontiera dello sviluppo sociale, culturale ed economico della città, grazie a una vocazione post-industriale e commerciale. Come Opere Pubbliche promuoveremo e accompagneremo questo percorso che genererà un beneficio complessivo per tutta la città”.

Situato tra via Paradigna e via Naviglio Alto, il Parco ha un’estensione di oltre 44 mila metri quadrati. Il progetto è stato curato dall’ingegnere Alessandro Zaccarini.

La prima tranche dei lavori, pari a 590 mila euro, prevede il rifacimento dell’ingresso sud, quello verso il Conad e la Casa nel Parco di via Naviglio Alto 4/1, la sostituzione della staccionata in legno lungo il canale Naviglio che attraversa il parco stesso; l’ampliamento dell’area a disposizione della Casa nel Parco, la demolizione dei vecchi servizi igienici. Interventi anche sui due ponti, oggi chiusi per motivi di sicurezza, che scavalcano il canale Naviglio: verrà rifatto quello a nord e demolito quello a sud. Verrà realizzata una nuova area giochi bimbi, rifatta la recinzione esterna e messe in atto varie manutenzioni.

La seconda tranche dei lavori, pari a 400 mila euro, prevede la realizzazione di un nuovo accesso pedonale alla Casa nel Parco, nuovi arredi e pergole funzionali alla stessa; una nuova area attrezzata per cani; una nuova area attrezzata per pic nic (sarà una novità assoluta, unica area di questo tipo in un parco cittadino). A questo si aggiungono i lavori di manutenzione del campo da basket, con inserimento anche di due porte in modo da utilizzalo anche per il calcio; la realizzazione di un’area dedicata all’allenamento a corpo libero, una zona dedicata ad eventi, la manutenzione del labirinto e degli accessi est e ovest.