“Parma Capitale italiana della Cultura” tra i candidati alla vittoria del Premio “Cultura + Impresa”

Carbognani
Lombatti

Il progetto di Parma Capitale italiana della Cultura è tra i candidati alla vittoria della IX edizione del Premio Cultura + Impresa nella categoria ‘Sponsorizzazioni e Partnership’.

Il progetto, che ha visto coinvolti il Comune di Parma, il Comitato per Parma 2020, Barilla e Tim, ha saputo coniugare le forze del settore pubblico e privato sperimentando un percorso che potenzi l’ambiente culturale e creativo, nelle sue forme tradizionali e innovative, auspicando allo sviluppo territoriale a base culturale. La piattaforma digitale e il city branding sono i due strumenti che rimarranno in eredità alla città, che si impegna nella creazione di un metodo così funzionale da diventare paradigma per altre esperienze. Tante le forme creative messe in campo, anche durante l’emergenza sanitaria: mostre, teatro, eventi musicali, rassegne, convegni, laboratori, itinerari.

Questo progetto è la dimostrazione di quanto sia sempre più stretto il dialogo tra Imprese e le Arti, quando comunicazione, creatività e innovazione si incontrano contribuendo ad affermare la Cultura come uno degli asset più rilevanti e distintivi del nostro Paese.

Proprio a questo dialogo è dedicato il Premio CULTURA + IMPRESA, quest’anno alla IX edizione, il più importante osservatorio italiano sulle Sponsorizzazioni e Partnership culturali, Produzioni culturali d’Impresa e sugli Investimenti delle Imprese in Art Bonus.

Parma Capitale Italiana della Cultura è entrata a far parte della Short list dei 23 progetti tra i quali ora i componenti della Giuria sceglieranno i vincitori dei tre Primi Premi di categoria e delle 6 Menzioni speciali.

Come ogni anno, il Premio questa diventa quindi una ‘fotografia’ unica delle tendenze di questa alleanza sempre più strategica tra Imprese e Cultura. Che cosa ci rivelano i 23 progetti selezionati tra i 135 che si sono candidati presentandosi sulla piattaforma online Ideatre60 della Fondazione Italiana Accenture?  Se nella precedente edizione i Primi Premi sono andati tutti a progetti nel Centro-Sud, quest’anno la parte del leone la fanno le Regioni del Centro-Nord, prime tra tutte la Lombardia (9 progetti in Short list) e l’Emilia Romagna (5 progetti in Short-list).

Sintetizza Francesco Moneta, Presidente del Comitato CULTURA + IMPRESA: “In alcuni territori e contesti urbani la cultura è stata motore della ripartenza, favorendo l’attività di commercianti e artigiani; le Arti sono un linguaggio efficace con cui diffondere tematiche urgenti come le istanze ambientali o rilevanti come le eccellenze dei nostri territori e la cura e il benessere delle persone; progetti culturali di varie dimensioni, e non solo associati all’Art Bonus, hanno saputo creare ‘squadre’ e mettere in rete non più singole o poche imprese, ma veri e propri network territoriali; l’innovazione digitale e la gamification sono ormai sempre più territori di innovazione comune tra Imprese e Operatori culturali pubblici e privati; progetti culturali non occasionali sono il cuore del ri-lancio e dell’affermazione di Città,  Aziende, Fondazioni, Università; l’Arte contemporanea – cui è dedicata quest’anno per la prima volta una Menzione Speciale e che comprende arti visive, installazioni multimediali, urban arts, digital art, fotografia –  è presente in ben 6 progetti e si conferma essere un linguaggio sempre più adottato dalle Imprese; Festival diffusi, Rassegne Culturali, Eventi multidisciplinari hanno finalmente potuto riconquistare il proprio pubblico dopo un anno di fermo.”

Istituzioni e operatori culturali pubblici e privati, Aziende, Fondazioni erogative e Agenzie di comunicazione sono quindi i protagonisti di questa alleanza che verrà celebrata con il consueto Workshop di premiazione che nella prima settimana di luglio assegnerà 3 Primi Premi di Categoria e 6 Menzioni speciali:  Digital Innovation in Arts (in collaborazione con Fondazione Italiana Accenture), CCR – Corporate Cultural Responsibility (in collaborazione con il Salone della CSR e dell’Innovazione sociale), Under 35 (in collaborazione con Patrimonio Cultura), Networking in ArtsArte contemporanea + Impresa (in collaborazione con Artissima).

 Ai vincitori delle tre categorie principali verranno consegnati i nuovi Premi d’Artista, mentre alle Menzioni Speciali saranno riservati Premi formativi, master in management e promozione culturale offerti da: Fondazione Fitzcarraldo, Università IULM, 24ORE Business School, Scuola di Fundraising Roma, Upa.

Patrocinatori e Partner attivi del Premio CULTURA + IMPRESA 2021-2022 sono: Ministero della Cultura, Comune di Milano,  ACRI, ALES, ANCI, Artissima, Assif, Assifero, Federculture, FERPI, Fondazione Italiana Accenture, Fondazione Sodalitas, GAI, Patrimonio Cultura, Prioritalia, Salone della CSR e dell’Innovazione Sociale, UNA. Media partner: AgCult, Artribune, Exibart e Il Giornale dell’Arte.