Parma aderisce alla campagna per Aung San Suu Kyi

05/03/2009
h.10.50

Il Consiglio Comunale della città di Parma, che ha conferito la cittadinanza onoraria alla dirigente birmana Aung San Suu Kyi premio Nobel per la Pace nel 1991, essendo la stessa costretta dal regime militare agli arresti domiciliari nel suo paese fin dal 1990 dopo aver ottenuto una clamorosa vittoria elettorale, ne chiede la liberazione in ciò unendosi all’auspicio e all’impegno assunto dal summit mondiale dei premi Nobel per la Pace e auspica l’apertura di una nuova campagna internazionale in favore della sua liberazione e del ripristino dei suoi diritti umani e politici conculcati.
Lo scorso 20 febbraio il Consiglio Comunale di Parma ha votato all’unanimità la propria adesione alla nuova campagna internazionale, inviando a Aung San Suu Kyi un messaggio di solidarietà.