Parmigiano raggirato con la “truffa del bancomat”: due denunciati

Lombatti

I Carabinieri della Stazione di Parma Oltretorrente hanno individuato un 35enne rumeno residente a Treviso ed una 21enne italiana residente in provincia di Latina quali autori della cosidetta “truffa del bancomat”. I due sono riusciti ad impossessarsi della somma di 400 euro. Le indagini sono partite dalla denuncia di un 33enne residente a Parma che ha pubblicato, sul portale “subito.it”, un annuncio per la vendita di 4 sedie di design. Contattato dal finto acquirente che, dopo essersi interessato al prodotto, ha suggerito dopo una breve trattativa, un metodo di pagamento che avrebbe consentito di entrare immediatamente in possesso della somma pattuita direttamente sul conto corrente.

Seguendo le indicazioni fornite per telefono, il venditore ha inserito il bancomat ed ingenuamente dopo aver selezionato “ricarica Postepay”, ha digitato le cifre di un codice fornito dal malintenzionato come numero dell’ordine di acquisto.  L’uomo convinto di averne ottenuto l’accredito di 240 euro, quale pagamento delle sedie ha versato al truffatore, su due carte postpay, la cifra di 400 euro. La vittima, rassicurata del buon esito dell’operazione e certa di aver ottenuto quanto richiesto, si è resa conto solo dopo qualche ora di essere stata truffata.  I carabinieri della Stazione immediatamente hanno avviato le indagini che hanno consentito di individuare gli intestatari delle carte ed ottenuti i movimenti delle stesse hanno acquisito le immagini delle telecamere di sicurezza dello sportello dove sono state effettuate le operazioni.  Incrociando i documenti, che i due hanno utilizzato per avere le carte, e le immagini video i militari certi della loro identità quali autori della truffa li hanno denunciati.

Comando Provinciale Carabinieri di Parma