Pecoraro Scanio a Cibus Forum: “L’agroalimentare italiano sia leader anche in sostenibilità e innovazione”

Se ne parlerà a Parma, il 3 settembre, alla tavola rotonda moderata dall'ex Ministro nell'ambito di Cibus Forum

Il professor Alfonso Pecoraro Scanio, ex ministro dell'Ambiente e dell'Agricoltura

Di innovazione per la sostenibilità ambientale si parlerà nella tavola rotonda dal titolo “Ripartire bene: la sostenibilità e l’innovazione come risposta all’emergenza” che si terrà il 3 Settembre a Parma, nell’ambito di “Cibus Forum: il food & beverage post Covid 19”,  e che sarà moderata da Alfonso Pecoraro Scanio, unico a rivestire in Italia, fino ad oggi, sia la carica di Ministro dell’Agricoltura che dell’Ambiente.

 

“La bioeconomia circolare, i nuovi imballaggi, la tracciabilità sono alcune delle sfide che l’agroalimentare italiano dovrà affrontare in Europa e poi nel mondo – dichiara Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente della Fondazione UniVerde e docente alle università di Milano-Bicocca, Roma Tor Vergata e Napoli Federico II – Con la riforma che ha introdotto la multifunzionalità, abbiamo reso la nostra agricoltura la più innovativa e giovane della UE. Oggi possiamo e dobbiamo diventare leader di un’agroalimentare innovativo e che punti alla strategia rifiuti zero e alla bioeconomia circolare”.

 

“Lo stesso piano europeo “next generation” punta su green e innovazione -conclude l’ex Ministro – e noi abbiamo eccellenze tecnologiche che ci possono permettere di ridurre e rivoluzionare gli imballaggi, di eliminare gli sprechi alimentari, di incoraggiare e monitorare i comportamenti virtuosi di imprese, cittadini ed enti. Ecco perché serve un’efficace azione anche in Europa per ottenere criteri e standard ambiziosi che premino la vera innovazione sostenibile”.

 

La tavola rotonda, moderata da Alfonso Pecoraro Scanio, sarà aperta dalle relazioni “Sostenibilità e priorità” a cura di Alessandro Perego, Politecnico di Milano, e “Diventare sostenibili: motivazioni, requisiti e vantaggi” a cura di Angelo Riccaboni, Santa Chiara Lab, Università degli Studi di Siena, e verranno divulgati i risultati dell’indagine “Fixing the business of food ” a cura di BCFN in collaborazione con Cibus.

A seguire, interverrano: Catia Bastioli, AD Novamont; Massimo Centemero, Direttore C.I.C; Massimo Della Porta, Presidente Gruppo SAES; Guido Barilla, Presidente Gruppo Barilla SpA; Marco Pedroni, Presidente COOP Italia; René Castro Salazar, Vice Direttore Generale Dipartimento Clima, Biodiversità, Terra e Acqua – FAO. Chiude i lavori: Vincenzo Amendola, Ministro per gli Affari Europei.