Pizzarotti: “Esposto sull’attività di svoltare è partito dal Comune di Parma. Pd e Lega sciacalli in Consiglio comunale”

Federico Pizzarotti

“Ho letto vari commenti da parte di forze politiche che, come sciacalli, si avventano sulle prede soltanto a situazioni già avvenute. Sinceramente lasciano il tempo che trovano, e non mi interessano.”

Il sindaco Pizzarotti torna sull’inchiesta su Svoltare Onlus, che ha portato all’arresto del suo rappresentante legale Simone Strozzi.

“Parlo invece alla città e ai miei concittadini: l’esposto è partito dal Comune quando nei suoi controlli di routine ha ravvisato, dal suo punto di vista, anomalie che dovevano essere verificate. Abbiamo informato le autorità competenti.

Il Comune di Parma, come sempre e da sempre da quando amministriamo, ha agito nell’interesse della città, tutelando l’onorabilità dei parmigiani e dei cittadini. Se vediamo che qualcosa non va, semplicemente, la denunciamo per primi.

Ora tocca all’autorità giudiziaria svolgere il proprio lavoro, e noi siamo e saremo sempre dalla parte della giustizia.

Parma è e rimane dalla parte della giustizia.

Ci tengo ad aggiungere un fatto non meno importante: gli sciacalli fanno di tutta l’erba un fascio, e mi dispiace che anche Il Pd in Consiglio Comunale faccia la figura dello sciacallo. Noi, invece, non faremo di tutta l’erba un fascio: l’attività di Svoltare, come l’attività di molte altre associazioni di volontariato, ha gestito vere e proprie emergenze umanitarie piombate sulla città.

Se non ci fosse il terzo settore, se non ci fossero tutti i volontari che quotidianamente e con onestà fanno il proprio lavoro, oggi le situazioni di emergenze umanitarie dovute al fenomeno migratorio sarebbero triplicate.

Per le strade avremmo sfollati.

Perciò invito tutti a non fare di tutta l’erba un fascio, e a difendere l’attività delle associazioni e dei volontari. Questa è la buona politica: lavora in silenzio e sempre nel rispetto della legge.

La brutta politica, invece, fa quello che hanno fatto Lega e Pd in Consiglio Comunale: si veste da sciacalli.”