PM: cambi di collocazione

Lombatti

19/03/2009
h.21.00

Cinque dei sei vigili coinvolti nel caso Bonsu si toglieranno la divisa e cambieranno ufficio.
Questa la proposta fatta dall’Amministrazione comunale e accolta dagli agenti coinvolti e non colpiti dall’arresto domiciliare. Da una parte il Comune punta al garantismo, per cui nessuno è colpevole senza giudizio, dall’altra però c’è anche la consapevolezza di una posizione delicata con accuse molto pesanti che hanno indotto l’Amministrazione a trovare a queste persone altre occupazioni all’interno del Comune. Di conseguenza, non più vigili ma collocati negli uffici di settori quali Mobilità e Servizi alle imprese. Il sesto vigile ha chiesto più tempo e farà sapere la sua decisione lunedì prossimo. Intanto è in congedo ordinario.
“A fronte di questa proposta dell’Ente è arrivata la disponibilità degli agenti – sottolinea l’assessore alla Sicurezza Fabio Fecci – che hanno capito le ragioni del Comune, nonostante la normativa nazionale degli Enti locali li tutelasse nella possibilità di ritornare all’interno della Polizia municipale”.
“Accolgo positivamente – commenta l’assessore al Personale Giovanni Paolo Bernini – il fatto che gli agenti abbiano accettato questa proposta dell’Amministrazione, proposta garantista e di buon senso”.