Presentata la Biblioteca Internazionale Alpi

steam1121

31/01/2009

Venerdì 30 gennaio l’Istituzione Biblioteche del Comune di Parma ha dato il via alla “Settimana Inaugurale della Biblioteca Internazionale Ilaria Alpi” (30 gennaio – 7 febbraio 2009) sette giorni di iniziative ed eventi per far conoscere alla città la nuova Biblioteca Internazionale Ilaria Alpi.
Prossimo appuntamento è quello di lunedì 2 febbraio 2009 quando verrà inaugurata ufficialmente la Biblioteca Internazionale.
La giornata prevede tre importanti appuntamenti: alle 11.00 Costantino Monteverdi, Assessore alla Toponomastica, inaugurerà “Via Ilaria Alpi” (angolo Via Serao in quartiere Cortile San Martino); alle 16.00 il Sindaco di Parma Pietro Vignali, inaugurerà con il taglio del nastro i locali della biblioteca in Vicolo delle Asse 5; a partire dalle 16.30, al Circolo di Lettura e Conversazione in Via Melloni 4/a, si terrà una tavola rotonda per presentare alla città e alla stampa la nuova biblioteca.
La serata di lunedì si svolgerà al cinema Astra D’Essai in Piazzale Volta 3 e sono in programma, ad ingresso libero: alle 20.00 un buffet internazionale e una lettura con accompagnamento musicale di alcuni brani su e di Ilaria Alpi; alle 21.00 proiezione del film “Ilaria Alpi Il più crudele dei giorni” (sottotitolato in inglese) introdotto dal regista e dallo sceneggiatore.
La nuova Biblioteca Internazionale Ilaria Alpi è collocata nel complesso bibliotecario del monastero di San Paolo, a fianco della biblioteca Ugo Guanda, con ingresso in Vicolo Delle Asse 5.
La Fondazione Cariparma ha contribuito alla formazione del patrimonio documentario e alla dotazione di tecnologie innovative a radiofrequenza della nuova biblioteca.
Il progetto della biblioteca Internazionale è stato sostenuto dall’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e dal Ministero della Gioventù nell’ambito del progetto “Servizi agli studenti nei comuni sedi di università”, mentre i Piani Bibliotecari della Regione Emilia Romagna e della Provincia di Parma hanno partecipato ad alcune dotazioni strumentali e alle attività di catalogazione.
Con la nascita della Biblioteca Internazionale, l’Amministrazione Comunale compie un ulteriore passo avanti nel processo di internazionalizzazione eticamente sostenibile della città. Richiamandosi alla tradizione storica, culturale ed artistica che nei secoli ha reso Parma una vera e propria capitale europea grazie anche al contributo di illustri personaggi stranieri, da tempo l’Amministrazione ha assunto una vera e propria “visione europea” per affrontare le sfide di oggi.
Attraverso l’intitolazione alla giovane giornalista Rai Ilaria Alpi, legata a Parma grazie all’origine parmense dei suoi genitori, l’Amministrazione Comunale e l’istituzione Biblioteche del Comune di Parma vogliono mettere in evidenza il respiro mondiale ed internazionale della neonata biblioteca.
Ilaria, giovane donna barbaramente assassinata a Mogadiscio il 20 marzo del 1994 insieme all’operatore Miran Hrovatin mentre stava realizzando un reportage in Somalia, si è impegnata con serietà e tenacia nella sua professione di giornalista specializzandosi in questioni internazionali e spendendosi con vigore nella ricerca della verità.
La Biblioteca Internazionale intende soddisfare i bisogni di lettura ed informazione di diverse tipologie di utenti: cittadini europei e non europei residenti in città per varie ragioni, studenti stranieri, scuole e tutti coloro che sono interessati ad apprendere o a leggere altre lingue.
Grazie al suo patrimonio inoltre la biblioteca si rivolge ad adulti, ragazzi e bambini che qui potranno trovare spazi appositamente dedicati e una sezione ragazzi composta da circa 600 libri e CD.
Risponde alla vocazione internazionale della biblioteca il patrimonio documentario a disposizione dei lettori che è costituito da oltre 6 000 volumi in lingua straniera a cui si aggiungono un’ampia raccolta di riviste e periodici stranieri, audiolibri e risorse informative multimediali.
L’offerta è completata dall’accesso a oltre 300 quotidiani di tutto il mondo in formato elettronico, da postazioni per la navigazione internet e dalla possibilità dell’accesso wireless.
Gli utenti potranno quindi usufruire di una biblioteca dotata di un patrimonio vario ed eterogeneo, che mette a disposizione di tutti le nuove tecnologie e che cerca di soddisfare le esigenze delle varie tipologie di lettori.
Nasce quindi nel cuore di Parma una biblioteca che vuole proporsi come luogo ideale di incontro, scambio e conoscenza delle culture, fatta di documenti, nuove tecnologie e relazioni fra le persone e le istituzioni culturali italiane e straniere che intende contribuire al processo di internazionalizzazione eticamente sostenibile della nostra città.
Una biblioteca che si propone come “ponte tra Parma e le culture del mondo”.