“Profumo, 30 anni di emozioni”: mostra fotografica olfattiva all’APE Museo di Parma

Dal 10 al 13 settembre, apre al pubblico la prima tappa della mostra multisensoriale itinerante dedicata al mondo delle fragranze per celebrare il trentesimo anniversario di Accademia del Profumo

Da sinistra, il Presidente di CNA Parma, Paolo Giuffredi, la Presidente di Accademia del Profumo, Ambra Martone, e l’Assessore alla Cultura, Michele Guerra

CNA Parma e Accademia del Profumo annunciano la prima tappa della mostra itinerante PROFUMO, 30 ANNI DI EMOZIONI, in programma dal 10 al 13 settembre, presso APE Museo Parma (Strada Luigi Carlo Farini, 32/a).

La mostra, ideata in occasione del trentesimo anniversario di Accademia del Profumo, traccerà un racconto sull’evoluzione olfattiva del mondo delle fragranze nelle ultime tre decadi, mettendo in luce le specialità del territorio italiano utilizzate nell’industria della profumeria. Le essenze proposte in mostra saranno accompagnate dalle immagini colte dall’obiettivo della fotografa Antonella Pizzamiglio che, proprio ispirata dalle essenze stesse, ha realizzato dodici scatti inediti, con una camera digitale senza elaborazioni informatiche.

Ecco svelata la nuova tappa di “PARMA la città del PROFUMO”, presentata ieri mercoledì 9 settembre in forma privata, nella prestigiosa residenza di arte contemporanea APE Parma Museo, dove si è tenuto l’evento di inaugurazione della mostra “PROFUMO, 30 ANNI DI EMOZIONI”, con la preziosa partecipazione di: Roberto Del Signore, Presidente Fondazione Monteparma, Michele Guerra, Assessore alla Cultura del Comune di Parma, Paolo Giuffredi, Presidente CNA Parma, Ambra Martone, Presidente Accademia del Profumo, Barbara Sereni, collaboratrice di Antonella Pizzamiglio fotografa della mostra Profumo 30 anni di emozioni e Paolo Barbaro, storico della fotografia.

“Accademia del Profumo è nata nel 1990 per valorizzare il profumo come elemento essenziale di benessere, promuoverne la creatività, accrescerne la cultura e la diffusione in Italia – ha affermato la Presidente di Accademia del Profumo, Ambra Martone. Nel 2020, anno del trentesimo anniversario di Accademia, abbiamo scelto di celebrare questo importante traguardo tracciando un racconto sull’evoluzione olfattiva, culturale e sociale del mondo delle fragranze. Abbiamo iniziato a farlo sul web, già da gennaio, attraverso il nostro sito e i nostri canali social, e proseguiamo ora nelle principali città italiane storicamente legate al profumo, con una mostra multisensoriale alla scoperta delle note olfattive protagoniste di queste tre decadi. Siamo felici e orgogliosi di cominciare proprio da Parma, nominata Capitale Italiana della Cultura per il biennio 20-21 e desideriamo ringraziare CNA, APE Museo e tutto lo staff di PARMA la città del PROFUMO per questa straordinaria opportunità”.

Durante la presentazione, il Presidente di CNA Parma, Paolo Giuffredi, ha ribadito come CNA non si sia mai fermata in questi mesi, ma abbia continuato a lavorare sul progetto “PARMA la città del PROFUMO”, realizzato in coorganizzazione con Mouillettes & Co. e inserito nel calendario ufficiale di Parma 2020+2021. “Abbiamo colto con grande piacere l’invito di Accademia del Profumo a partecipare a questo importante evento e presentare alla

città il catalogo e la fragranza di “PARMA la città del PROFUMO”, frutto di quello che reputo essere la realizzazione di un progetto di lavoro straordinario, che ha coinvolto numerose ed eterogenee realtà sul territorio – ha dichiarato il Presidente di CNA Parma, Paolo Giuffredi. Un’intera filiera di aziende si è unita per trasmettere le proprie conoscenze e la propria professionalità sotto forma di un percorso espositivo lasciato in eredità alla città, quale patrimonio storico e culturale di inestimabile valore. Grazie al personale contributo di ognuna delle aziende della filiera del profumo è stato possibile realizzare tutto questo e a loro desidero esprimere un grande ringraziamento”.

 “Parma Capitale Italiana della Cultura non sarebbe stata completa se avesse trascurato la grande tradizione che l’industria della profumeria ha rappresentato per il nostro territorio – ha commentato l’Assessore alla Cultura, Michele Guerra – una tradizione in cui imprenditoria ed arte hanno intessuto un dialogo profondo, che ha contraddistinto una parte significativa del patrimonio culturale della nostra città e che oggi dà conto di un progetto di lungo periodo che ci aiuta ad approfondire la riflessione sui tempi del lavoro e sul connubio tra produzione e creatività”.

 “Fondazione Monteparma ha scelto fin da subito di essere partner del progetto “PARMA la città del PROFUMO”, accogliendo negli spazi di APE Parma Museo la seconda tappa della mostra dedicata agli sviluppi contemporanei del settore – ha commentato il Presidente di Fondazione Monteparma, Roberto Delsignore – Il Covid-19 ci ha costretto a rimandarla al 2021, ma adesso la presentazione del catalogo e della fragranza alla stessa dedicati, così come con l’apertura dell’originale esposizione itinerante sui 30 anni di storia di Accademia del Profumo, dimostrano che il cammino per valorizzare la cultura del profumo sta proseguendo con entusiasmo nell’ottica di trasmettere alle persone la passione, la creatività, l’organizzazione e l’impegno che caratterizzano tale produzione e le tante imprese, anche del nostro territorio, nella stessa coinvolte».

Michele Guerra, Assessore alla Cultura del Comune di Parma