Rainieri-Occhi (Lega): “Garantire il servizio di ex guardia medica a Salsomaggiore”

comunali2022
Lombatti
Fabio Rainieri

Garantire la continuità assistenziale dei medici – la ex guardia medica – a Salsomaggiore Terme (Parma) e attuare “un meccanismo sostitutivo efficace in caso di nuove emergenze”.

La richiesta è del consigliere Fabio Rainieri (Lega), che chiede alla Giunta di intervenire con una interrogazione firmata anche dal consigliere Emiliano Occhi.

Oltre alle “cause dell’indisponibilità del personale medico” Rainieri e Occhi vogliono sapere “per quali motivi non sono state individuate soluzioni immediate più efficaci rispetto a quella di far assicurare il servizio per Salsomaggiore Terme al presidio di Fidenza”. I consiglieri vogliono quindi comprendere dall’esecutivo regionale “quali soluzioni si intendano adottare”.

Da tempo i cittadini segnalano la mancanza di medici a Salsomaggiore, osservano i due politici, “una carenza preoccupante in quanto ci troviamo in piena quarta ondata della pandemia di covid-19, caratterizzata dall’aumento esponenziale dei contagi da SarsCov2”.

L’Ausl, si legge nell’atto ispettivo, “ha ammesso l’esistenza del disservizio causato dall’impossibilità di reperire medici per svolgere l’attività di continuità assistenziale e, pur assicurando che il servizio per Salsomaggiore Terme sia garantito dal presidio di Fidenza, ha informato che si stanno cercando soluzioni al problema”.

Ma un solo presidio, concludono Rainieri e Occhi, “per il servizio di continuità assistenziale per i comuni di Fidenza e Salsomaggiore Terme, che riguarda una popolazione complessiva di oltre 45mila abitanti, non può riuscire a soddisfare le richieste di assistenza specie in un periodo di crisi, all’interno di un’emergenza pandemica come quello che stiamo vivendo”.

mariolodi
valparmahospital